Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Giovedì 23 Novembre 2017, ore 06.35
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Borse USA impacciate ad inizio contrattazioni

Delude la produzione industriale cinese, mentre l'inflazione si porta vicina all'obiettivo della Fed

Finanza, Commento ·
(Teleborsa) - Gli indici di Wall Street limano la parità ad inizio seduta. Gli investitori sono rimasti insoddisfatti dai risultati dell'industria cinese ad agosto, mentre nello stesso mese i prezzi al consumo negli Stati Uniti si sono portati poco sotto al target della Fed.

Intanto, la Bank of England ha lasciato invariati i tassi, ma ha definito "appropriato" una riduzione del programma di QE nei prossimi mesi, portando la sterlina a 1,33 dollari (+1,1%).

Il Dow Jones si ferma a 22.142,31 punti; sulla stessa linea, resta piatto lo S&P-500, con le quotazioni che si posizionano a 2.493,45 punti. Leggermente negativo il Nasdaq 100 (-0,37%); sulla parità lo S&P 100 (-0,17%).

Andamento negativo negli States su tutti i comparti dell'S&P 500. In fondo alla classifica, sensibili ribassi si manifestano nel comparto Information Technology, che riporta una flessione di -0,41%.

La sola Blue Chip del Dow Jones in sostanziale aumento è Du Pont de Nemours (+1,79%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Cisco Systems, che ottiene -0,52%.

Tutti i titoli del Nasdaq-100 sono sotto la parità. I più forti ribassi si verificano su Shire, che continua la seduta con -1,17%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.