Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Sabato 24 Febbraio 2018, ore 01.33
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Borse europee all'insegna degli acquisti

Finanza, Commento ·
(Teleborsa) - Le borse del Vecchio Continente continuano la giornata all'insegna degli acquisti con Piazza Affari che allunga il passo rispetto all'avvio seduta.

L'agenda è ricca di dati macro. A cominciare dal PIL della Germania che ha mostrato un'economia in buona salute a quello dell'Italia che nel 2017 è balzato al top da 7 anni a questa parte. Gli occhi degli investitori sono puntati sull'inflazione statunitense vero market mover della settimana.

Sul valutario, l'Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile e si ferma su 1,234. L'Oro mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,48%. Sessione debole per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia con un calo dello 0,51%.

Tra i listini europei sin salita Francoforte che sale dello 0,65%, ben impostata Londra, che mostra un incremento dello 0,77%. Tonica Parigi che evidenzia un bel vantaggio dello 0,92%.

Il listino milanese mostra un frazionale guadagno, con il FTSE MIB che sta mettendo a segno un +0,64%. Sulla stessa linea, piccolo scatto in avanti per il FTSE Italia All-Share che arriva a 24.406 punti.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Recordati (+3,81%), Atlantia (+2,64%), Mediaset (+2,29%) e Leonardo (+2,16%).

Frazionali i rialzi di Saipem che ha chiuso un contenzioso con Sonatrach.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Banca Generali, che prosegue le contrattazioni a -1,92%.

Scivola Mediobanca, con un netto svantaggio dell'1,51%.

Tentenna Brembo che cede lo 0,58%.

Fuori dal principale listino CreVal perde oltre il 6% sulla scia delle indiscrezioni di due quotidiani sul possibile prezzo dell'aumento di capitale. Secondo i rumors la banca avrebbe convocato per oggi 14 febbraio il CdA per fissare il prezzo dell‘aumento che dovrebbe partire lunedì 19 febbraio.




Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.