Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Venerdì 22 Marzo 2019, ore 21.19
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Borse europee caute. Piazza Affari in frazionale rialzo

Lieve aumento per la Borsa Milanese, con il FTSE MIB che sale dello 0,57% a 24.280 punti

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Rimbalza Piazza Affari dopo le perdite della vigilia sulle tensioni per la formazione di un nuovo Governo. Rassicurazioni sono giunte dal responsabile del debito pubblico del Tesoro, Davide Iacovoni, che ha chiaramente detto: "non è il caso di preoccuparsi per quello che è avvenuto ieri (8 maggio 2018). Noi abbiamo i prossimi mesi assolutamente gestibili perché c'è una disponibilità di cassa, di liquidità del Tesoro assolutamente buona e quindi possiamo affrontare i prossimi mesi in assoluta tranquillità".

L'Euro / Dollaro USA continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,27%. Seduta in frazionale ribasso per l'oro, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,36%. Forte rialzo per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mette a segno un guadagno del 2,24%.

In lieve calo lo spread, che scende fino a 128 punti base, -2 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta all'1,86%.

Tra gli indici di Eurolandia trascurata Francoforte, che resta incollata sui livelli della vigilia, piccolo passo in avanti per Londra, che mostra un progresso dello 0,40%, nulla di fatto per Parigi, che passa di mano sulla parità.

Lieve aumento per la Borsa Milanese, con il FTSE MIB che sale dello 0,57% a 24.280 punti.

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti Materie prime (+1,64%), Petrolifero (+1,51%) e Banche (+1,03%). Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori Alimentare (-1,48%) e Viaggi e intrattenimento (-0,47%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, effervescente BPER, con un progresso del 5,74% all'indomani dei conti. Tonica Ferragamo che evidenzia un bel vantaggio dell'1,87%. In luce Leonardo, con un ampio progresso dell'1,74% dopo la diffusione della trimestrale. Andamento positivo per UBI Banca, che avanza di un discreto +1,68%. Le peggiori performance, invece, si registrano su Italgas, che perde ancora terreno (-2,60%) dopo i conti. Preda dei venditori Campari, con un decremento dell'1,77%. Pensosa Buzzi Unicem, con un calo frazionale dello 0,67%. Tentenna Snam, con un modesto ribasso dello 0,64%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, CIR (+1,65%), Sias (+1,28%), Mutuionline (+1,25%) e FILA (+1,15%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Danieli -2,04%. Sessione nera per Credito Valtellinese, che lascia sul tappeto una perdita del 2,02% dopo i conti del 1° trimestre. Si concentrano le vendite su Saras, che soffre un calo dell'1,65%. Giornata fiacca per Autogrill, che segna un calo dello 0,71%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.