Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Giovedì 15 Novembre 2018, ore 01.13
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Creval cede crediti in sofferenza. Titolo +4% dopo annuncio

Completato in anticipo il piano di de-risking previsto nel Business Plan 2018-2020.

Finanza ·
(Teleborsa) - Credito Valtellinese ha perfezionato la cessione, tramite cartolarizzazione e garanzia GACS (Garanzia Cartolarizzazione Sofferenze) sulla trance senior, di un portafoglio di crediti in sofferenza per un Gross Book Value di circa 1,6 miliardi di euro.

Lo comunica la Banca in una nota, spiegando che l'operazione è avvenuta mediante cessione di tale portafoglio a un veicolo di cartolarizzazione – Aragorn.

Quest'ultimo ha emesso tre differenti classi di titoli ABS: una tranche senior per 509,5 milioni di euro, una tranche mezzanine per 66,8 milioni di euro e una tranche junior per 10 milioni di euro.

Il deconsolidamento contabile del portafoglio Aragorn avverrà con data di riferimento 30 giugno, mentre la derecognition prudenziale è subordinata all’ottenimento della GACS, si legge inoltre nel comunicato.

Con questa operazione Creval completa in anticipo il piano di de-risking previsto nel Business Plan 2018-2020.

Il deconsolidamento del portafoglio Aragorn determina un miglioramento del NPL ratio lordo da 19,3% al 31 marzo 2018 a circa 11,5% pro-forma alla medesima data, considerando gli effetti dell’operazione Aragorn nonché delle ulteriori cessioni già realizzate nell’ambito del c.d. “Project Gimli”.

L’obiettivo per fine 2018 è pari a 10,5%, con una ulteriore riduzione a 9,6% a fine 2020, beneficiando appieno del miglioramento atteso nella gestione interna dei crediti deteriorati, in linea con l’NPL Plan di Gruppo.

La notizia sembra aver avuto in impatto positivo sul titolo, che si è portato sui massimi intraday con un vantaggio del 4,33%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.