Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Lunedì 27 Maggio 2019, ore 07.39
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

In flessione Piazza Affari e le altre Borse europee

I Principali listini del Vecchio Continente rimangono in attesa della riunione dell'Ecofin e dei dati sull'inflazione dell'Eurozona

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Continua in calo la seduta di venerdì per le principali Borse europee che rimangono in attesa della riunione dell'Ecofin e dei dati sull'inflazione dell'Eurozona. A dominare il sentiment degli investitori e l'attenzione dei mercati è lo sviluppo dello scontro tra Cina e Stati Uniti sul fronte dei dazi e le problematiche geopolitiche che hanno colpito il Medio Oriente.

Nessuna variazione significativa per l'Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,118. L'Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,01%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) mostra un guadagno frazionale dello 0,29%.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +276 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,65%.

Tra le principali Borse europee in rosso Francoforte, che evidenzia un deciso ribasso dello 0,80%, sottotono Londra che mostra una limatura dello 0,49%, e deludente Parigi, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

Prevale la cautela a Piazza Affari, con il FTSE MIB che continua la seduta con un leggero calo dello 0,46%; sulla stessa linea, depressa il FTSE Italia All-Share, che scambia sotto i livelli della vigilia a 22.978 punti. Sotto la parità il FTSE Italia Mid Cap, che mostra un calo dello 0,21%, come il FTSE Italia Star (-0,4%).

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti viaggi e intrattenimento (+1,34%), utility (+0,85%) e vendite al dettaglio (+0,51%).

Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori tecnologia (-1,52%), assicurativo (-1,08%) e automotive (-0,98%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Hera (+2,19%), Juventus (+1,36%), Buzzi Unicem (+0,96%) e Enel (+0,88%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Unipol, che prosegue le contrattazioni a -2,45%.

Pesante Amplifon, che segna una discesa di ben -2,13 punti percentuali.

Spicca la prestazione negativa di STMicroelectronics, che scende dell'1,81%.

Banco BPM scende dell'1,71%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Autogrill (+1,75%), Piovan (+1,64%), Mutuionline (+1,27%) e Aeroporto di Bologna (+1,24%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Banca Ifis, che prosegue le contrattazioni a -2,88%.

Seduta drammatica per Mondadori, che crolla del 2,64%.

Sensibili perdite per Gima TT, in calo del 2,27%.

In apnea Biesse, che arretra del 2,05%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.