Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Giovedì 19 Settembre 2019, ore 01.00
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Governo, vertice cruciale per il rilancio: sullo sfondo trattativa con UE

Tanti i temi caldi sull'agenda: Decreto sicurezza bis, autonomia e flat tax per rimettere in moto l'azione di governo, rimasta ingabbiata dalle divisioni interne ai gialloverdi

Economia, Politica ·
(Teleborsa) - Temperature bollenti, non solo da un punto di vista metereologico: ore caldissime anche per l'esecutivo gialloverde che dopo le tensioni in campagna elettorale con tanto di ultimatum pubblico lanciato ai leader di Lega e M5s dal Presidente del Consiglio, si ritroveranno faccia a faccia.

Nella giornata di oggi, lunedì 10 giugno o al più tardi domani - martedì - comunque prima del Consiglio dei Ministri già convocato alle 15.30 dell’11 giugno, è atteso il vertice tra il Premier Giuseppe Conte e i suoi vice Salvini e Di Maio.

Neanche a dirlo, un vertice molto atteso, considerato un banco di prova per la verifica sullo stato di salute dell'esecutivo. Due appuntamenti che serviranno anche per trovare la quadra sulle misure da mettere in campo - Decreto sicurezza bis, autonomia e flat tax -e rimettere in moto l'azione di Governo, rimasta ingabbiata dalle divisioni interne ai gialloverdi.

A fare da sfondo, la delicata trattativa con la Commissione Ue, che ha richiamato il Governo a politiche di riduzione del debito e di messa in sicurezza dei conti pubblici, pronta ad avviare una procedura di infrazione contro l'Italia.

Nel frattempo, il Ministro dell’Economia Tria sceglie di giocare la carta del moderato ottimismo evitando di alzare il livello dello scontro. Sulla procedura e sul deficit "abbiamo un negoziato e un dialogo con la Commissione Ue e sono sicuro che troveremo una soluzione perché il governo italiano è solito rispettare le regole di bilancio dell’Ue". Parole al miele quelle pronunciate dal Ministro a margine del G20 finanziario di Fukuoka, in Giappone.

Ma Salvini e Di Maio, pur non alzando barricate, hanno già messo in chiaro che non intendono farsi dettare l'agenda da Bruxelles, indicando la riduzione delle tasse come priorità assoluta.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.