Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Giovedì 19 Settembre 2019, ore 12.18
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Punta al rialzo la performance dei mercati europei

A dispetto della timidezza iniziale, dovuta alle tensioni in Medio Oriente e all'avvicinarsi della riunione Fed di fine mese, i listini di eurolandia chiudono in positivo

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Bilancio positivo a fine giornata per i mercati finanziari del Vecchio Continente.
Chiudono la seduta in rialzo Piazza Affari così come le altre borse europee. A dispetto della timidezza mostrata all'apertura, dovuta alle tensioni in Medio Oriente e all'avvicinarsi della riunione Fed di fine mese, i listini di eurolandia hanno ottenuto tutti una performance sopra la parità. Sulla borsa Newyorkese, si muove vicino alla parità lo S&P-500.

L'Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,04%. Nessuna variazione significativa per l'oro, che scambia sui valori della vigilia a 1.426,1 dollari l'oncia. Segno più per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in aumento dello 0,99%.

Lo Spread peggiora, toccando i +205 punti base, con un aumento di 8 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari all'1,66%.

Tra le principali Borse europee composta Francoforte, che cresce di un modesto +0,24%, sostanzialmente invariato Londra, che riporta un misero +0,08%, e performance modesta per Parigi, che mostra un moderato rialzo dello 0,26%.

Il listino milanese mostra un timido guadagno in chiusura, con il FTSE MIB che ha messo a segno un +0,44%; sulla stessa linea, lieve aumento per il FTSE Italia All-Share, che si porta a 23.641 punti. In moderato rialzo il FTSE Italia Mid Cap (+0,39%), come il FTSE Italia Star (0,7%).

Alla chiusura di Milano risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,53 miliardi di euro, con un incremento del 30,66%, rispetto ai precedenti 1,94 miliardi di euro; mentre i volumi scambiati sono passati da 0,68 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,84 miliardi, mentre i contratti si sono attestati a 252.039, rispetto ai precedenti 201.708.

A fronte dei 217 titoli scambiati, sono giunte richieste di acquisto per 127 azioni. In lettera invece 73 titoli. Pressoché stabili le rimanenti 17 stocks.

tecnologia (+1,82%), materie prime (+1,34%) e sanitario (+1,19%) in buona luce sul listino milanese.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Unipol (+4,24%), UnipolSai (+2,98%), Amplifon (+2,27%) e STMicroelectronics (+2,02%).

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Banco BPM, che ha archiviato la seduta a -1,07%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Biesse (+5,91%), Sesa (+3,72%), Zignago Vetro (+2,48%) e Carel Industries (+2,10%).

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Cairo Communication, che ha archiviato la seduta a -3,07%.

Affonda Credito Valtellinese, con un ribasso del 2,51%.

Spicca la prestazione negativa di Illimity Bank, che scende dell'1,62%.

Credem scende dell'1,60%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.