Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Lunedì 23 Settembre 2019, ore 07.22
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

In recupero la Borsa di Milano e gli altri mercati europei

A Piazza Affari, il FTSE MIB è in rialzo (+0,37%) e si attesta su 20.850 punti

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Si muovono in territorio positivo i principali mercati di Eurolandia. Sulla stessa scia rialzista il FTSE MIB nonostante il tonfo di Wall Street e Tokyo sull'acuirsi delle tensioni commerciali tra USA e Cina. Washington ha accusato Pechino di manipolare le valute, dopo che lo yuan è sceso ai minimi da oltre 11 anni.

Dal fronte macro, buone notizie per gli ordini all'industria della Germania, tornati a salire nel mese di giugno.

L'Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,05%. L'Oro mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1.464,2 dollari l'oncia, stazionando sui livelli più alti degli ultimi sei anni. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) mostra un guadagno frazionale dello 0,44%.

Lieve miglioramento dello spread, che scende fino a +204 punti base, con un calo di 3 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta all'1,50%.

Tra i listini europei sostanzialmente tonica Francoforte, che registra una plusvalenza dello 0,62%, nulla di fatto per Londra, che passa di mano sulla parità, bene Parigi, con un discreto guadagno dello 0,92%.

A Piazza Affari, il FTSE MIB è in rialzo (+0,37%) e si attesta su 20.850 punti; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share avanza dello 0,38%. In moderato rialzo il FTSE Italia Mid Cap (+0,52%); variazioni negative per il FTSE Italia Star (-0,28%).

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti costruzioni (+2,36%), chimico (+1,15%) e tecnologia (+1,12%).

Il settore alimentare, con il suo -1,13%, si attesta come peggiore del mercato.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, exploit di Buzzi Unicem, che mostra un rialzo del 3,74% dopo l'aumento del target price da parte di HSBC.

Su di giri Fineco (+2,71%).

Acquisti a piene mani su Saipem, che vanta un incremento del 2,54%.

Effervescente Fiat Chrysler, con un progresso del 2,42%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Amplifon, che prosegue le contrattazioni a -1,96%.

Soffre Campari, che evidenzia una perdita dell'1,29%.

Tentenna Leonardo, con un modesto ribasso dello 0,91%.

Giornata fiacca per Ferrari, che segna un calo dello 0,64%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Credito Valtellinese (+4,45%), Tod's (+3,71%), Brunello Cucinelli (+3,65%) e Sesa (+2,44%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Cairo Communication, che continua la seduta con -3,43% all'indomani della semestrale.

Pessima performance per Interpump, che registra un ribasso del 2,91%.

Preda dei venditori Mondadori, con un decremento dell'1,33%.

Si concentrano le vendite su FILA, che soffre un calo dell'1,22%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.