Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Giovedì 17 Ottobre 2019, ore 14.39
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Mercati europei a due velocità

L'attenzione degli investitori si sta già rivolgendo all'appuntamento con la Federal Reserve domani, mercoledì, 18 settembre

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Si muove con cautela la seduta finanziaria odierna delle borse europee, così come a Piazza Affari, con l'attenzione degli investitori che si sta già rivolgendo all'appuntamento con la Federal Reserve di domani, mercoledì 18 settembre.

L'Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile e si ferma su 1,101. Sul fronte macroeconomico, è stato diffuso il dato sullo Zew tedesco che ha segnalato un miglioramento dell'indicatore anche se resta in territorio negativo.

Nessuna variazione significativa per l'oro, che scambia sui valori della vigilia a 1.497,6 dollari l'oncia. Giornata negativa per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua gli scambi a 62,38 dollari per barile, in calo dello 0,83%.

In salita lo spread, che arriva a quota +138 punti base, con un incremento di 6 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari allo 0,89%.

Tra i listini europei piatta Francoforte, che tiene la parità. Seduta senza slancio anche per Londra, che riflette un moderato aumento dello 0,27%. Dimessa Parigi che non evidenzia significative variazioni sui prezzi. Debole la Borsa di Milano, con il FTSE MIB che si attesta a 21.919 punti.

In luce sul listino milanese i comparti viaggi e intrattenimento (+1,65%), sanitario (+1,24%) e alimentare (+0,78%).

In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti telecomunicazioni (-1,23%), costruzioni (-0,95%) e tecnologia (-0,86%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, buona performance per Amplifon, che cresce dell'1,74%.

Bene Nexi, con un discreto guadagno dell'1,64%, sostenuta dal Buy di Citigroup.

Buoni spunti su Atlantia, che mostra un ampio vantaggio dell'1,57% in vista del CdA che si terrà oggi.

Ben impostata Diasorin, che mostra un incremento dell'1,28%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Prysmian, che continua la seduta con -4,19%.

Seduta negativa per le banche, come UBI Banca, che mostra una perdita dell'1,82%. Sotto pressione Banco BPM, che accusa un calo dell'1,56%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, ERG (+3,31%), Autogrill (+2,72%), Tinexta (+2,10%) e Sesa (+1,45%).
Le peggiori performance, invece, si registrano su Credito Valtellinese, che ottiene -1,67%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.