Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Martedì 12 Novembre 2019, ore 15.14
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Mercati prudenti guardano a voto Parlamento UK su Brexit

Intanto si rafforzano i timori di un rallentamento globale sempre più marcato con il PIL cinese cresciuto al tasso minimo da quasi 30 anni

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Si muove con cautela la seduta finanziaria odierna delle borse europee, così come a Piazza Affari. L'attenzione degli investitori resta concentrata sulla Brexit e sul voto nel weekend del Parlamento inglese sul nuovo accordo tra UE e GB raggiunto la vigilia. Intanto si rafforzano i timori di un rallentamento globale sempre più marcato con il PIL cinese cresciuto al tasso minimo da quasi 30 anni.

A Piazza Affari focus su TIM: oggi si riunisce il comitato nomine, con Salvatore Rossi favorito per la presidenza.

Sul mercato valutario, l'Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile e si ferma su 1,113. Nessuna variazione significativa per l'oro, che scambia sui valori della vigilia a 1.488,7 dollari l'oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,07%.

Invariato lo spread, che si posiziona a +129 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta allo 0,90%.

Nello scenario borsistico europeo incolore Francoforte, che non registra variazioni significative, rispetto alla seduta precedente. Sottotono Londra che mostra una limatura dello 0,34%. Poco mossa Parigi, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia. Al palo anche il listino milanese, con il FTSE MIB che si attesta sui valori della vigilia a 22.357 punti.

In buona evidenza a Milano i comparti media (+0,72%) e assicurativo (+0,50%).

Nella parte bassa della classifica di Milano, sensibili ribassi si manifestano nei comparti alimentare (-1,33%), beni per la casa (-0,86%) e automotive (-0,50%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza BPER (+1,51%) grazie all'upgrade di Hsbc.

Bene inoltre Nexi (+0,95%), Azimut (+0,78%) e UBI Banca (+0,73%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Leonardo, che ottiene -2,64%. In rosso Pirelli, che evidenzia un deciso ribasso dell'1,95%. Campari scende dell'1,39%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Tinexta (+1,92%), Rai Way (+1,83%), Credito Valtellinese (+1,72%) e Cattolica Assicurazioni (+1,48%). Giù, invece, OVS -1,98% e Interpump -1,47%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.