Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Martedì 21 Gennaio 2020, ore 12.22
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Shedir Pharma, ottiene concessione due nuovi brevetti italiani

Per i disturbi da reflusso gastroesofageo

Finanza ·
(Teleborsa) - Shedir Pharma Group, holding operativa del Gruppo Shedir Pharma, ha ottenuto 2 nuovi brevetti italiani.

Il primo brevetto (Titolo: Composizione per somministrazione orale per uso nel trattamento terapeutico o preventivo dei disturbi o malattia da reflusso gastroesofageo N 10201700009173) si colloca nel mercato dei prodotti specifici per il benessere gastro-intestinale e va ad affiancare il brevetto italiano Wardimix già commercializzato nei prodotti con marchio Refluward. E in fase di sviluppo il prodotto che utilizzerà tale tecnologia brevettata il cui lancio è previsto nel 2020 come dispositivo medico.
Con tale lancio - si legge in una nota - il Gruppo rafforzerà l'offerta terapeutica nel settore gastro-intestinale, che nei primi nove mesi del 2019 ha fatto segnare a livello di mercato una crescita del 5,2% rispetto allo stesso periodo del 2018, con un fatturato aggregato di 610 milioni di euro (fonte
IQVIA).

Il brevetto Zemiosan (Titolo: Composizione per la prevenzione e/o il trattamento di patologie tiroidee N 012017000083444), si colloca nel segmento dei prodotti destinati alla supplementazione dello iodio, microelemento essenziale fisiologicamente presente nell'organismo, concentrato soprattutto nella tiroide, che lo utilizza per produrre gli ormoni coinvolti in diversi processi metabolici. Lo iodio favorisce inoltre la normale funzione cognitiva e contribuisce alla fisiologica attività tiroidea.

A causa dell'aumentata richiesta di questo microelemento durante la gravidanza e l'allattamento - spiega una nota - l'integrazione potrebbe essere di supporto all'alimentazione per raggiungere livelli sufficienti di iodio. Con il lancio del prodotto, che utilizzerà tale tecnologia brevettata, il Gruppo farà il suo ingresso in un segmento con importanti aspettative di crescita. Il lancio avverrà nel corso del 2020.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.