Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Domenica 15 Dicembre 2019, ore 00.45
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Vendite a Piazza Affari. Immobile il resto dell'Europa

Scambi in ribasso per la Borsa di Milano, che accusa una flessione dello 0,84% sul FTSE MIB

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Nulla di fatto per le principali Borse del Vecchio Continente, che continuano gli scambi sulla parità. In contro trend Piazza Affari, protagonista di una sessione in rosso. Le borse cambiano rotta dopo un'avvio timidamente positivo, in attesa di indicazioni da Wall Street e dopo il dato sulla manifattura europea ancora in contrazione.

Sostanzialmente stabile l'Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia a 1,1. Lieve calo dell'oro, che scende a 1.457,7 dollari l'oncia. Sessione euforica per il greggio, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che mostra un balzo del 2,48%.

Torna a salire lo spread, attestandosi a +164 punti base, con un aumento di 5 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari all'1,33%.

Tra gli indici di Eurolandia senza spunti Francoforte, che non evidenzia significative variazioni sui prezzi, ferma Londra, che segna un quasi nulla di fatto, e discesa modesta per Parigi, che cede un piccolo -0,28%.

Scambi in ribasso per la Borsa di Milano, che accusa una flessione dello 0,84% sul FTSE MIB, portando avanti la scia ribassista di quattro cali consecutivi, avviata mercoledì scorso; sulla stessa linea, perde terreno il FTSE Italia All-Share, che retrocede a 25.266 punti, ritracciando dello 0,78%. Poco sotto la parità il FTSE Italia Mid Cap (-0,4%), come il FTSE Italia Star (-0,6%).

Chimico (+0,89%) e servizi finanziari (+0,41%) in buona luce sul listino milanese.

Nella parte bassa della classifica di Milano, sensibili ribassi si manifestano nei comparti utility (-2,31%), sanitario (-1,57%) e telecomunicazioni (-1,52%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, buoni spunti su Prysmian, che mostra un ampio vantaggio dell'1,16%.

Fineco avanza dello 0,53%.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Leonardo, che ottiene -3,11%.

Tonfo di Italgas, che mostra una caduta del 2,88%.

Lettera su Terna, che registra un importante calo del 2,61%.

Affonda Nexi, con un ribasso del 2,45%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, CIR (+7,82%) nel giorno del CdA che deciderà il futuro di Gedi, RCS (+3,29%), Mutuionline (+2,59%) e Sesa (+2,12%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Danieli, che prosegue le contrattazioni a -3,37%.

Crolla Datalogic, con una flessione del 2,80%.

Vendite a piene mani su Banca MPS, che soffre un decremento del 2,71%.

Pessima performance per Ascopiave, che registra un ribasso del 2,48%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.