Martedì 22 Settembre 2020, ore 16.33
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Wind Tre, il Chief Commercial Officer Gianluca Corti a TLB

Una smart company di telefonia e connettività con 30 milioni di utenti. Gli smartphone ormai strumenti centrali della vita quotidiana

Economia, Scienza e tecnologia ·
(Teleborsa) - Per il quarto anno consecutivo Wind Tre si conferma primo operatore di telefonia secondo le rilevazioni dell'Istituto Tedesco di Qualità e Finanza. L'Azienda guidata dal Ceo Jeffrey Hedberg, forte di 30 milioni di clienti, si muove con l'obiettivo prioritario dell'affidabilità e dell'efficienza in tutti i suoi settori di esercizio. In primo luogo la sempre crescente attenta e capillare assistenza alla clientela. Una smart company con appunto al centro i clienti.

"Il nostro obiettivo è quello di fornire servizi innovativi, di elevata qualità e una connessione sempre più veloce - ha dichiarato a Teleborsa Gianluca Corti, 49 anni, dal 2018 Chief Commercial Officer di Wind Tre - con la ricerca di qualità non solo sulla rete mobile, ma anche sul fisso. Non a caso nel primo semestre del 2019, la nostra fibra è stata la più veloce del mercato secondo il report di Nperf".

La connettività è naturalmente l'elemento imprescindibile per i consumatori, anche alla luce della centralità assunta dai contenuti video on demand e in streaming sugli schermi di smartphone e tablet. "Secondo diverse fonti - sottolinea Corti - l’utilizzo di dati per la fruizione di video è destinato a crescerà del 30% annuo fino al 2025, valore che può rappresentare tre quarti del traffico mobile globale. Senza dimenticare i social network, in cui i contenuti video sono sempre più diffusi. L’advertising, inoltre, contribuisce alla domanda di traffico dati, con le pubblicità video ormai prossime a superare i banner tradizionali".

"E accanto alle realtà del VOD (video on demand, n.d.r.) e dello streaming - aggiunge Corti - la crescente penetrazione della banda ultralarga sta consentendo l’affermazione del nuovo mercato dei servizi di Smart Home, ovvero una serie di soluzioni evolute per la gestione smart della casa che saranno presto di uso quotidiano in molte famiglie italiane. Solo attraverso investimenti intelligenti in innovazione e in tecnologia è possibile creare un ecosistema in cui tutti gli attori coinvolti, clienti, azienda e partner, siano soddisfatti e creino valore nel tempo".

È importante sottolineare quanto ormai gli smartphone siano strumenti centrali della vita quotidiana, non solo per comunicare o per la fruizione di contenuti, ma anche per azioni come, ad esempio, gli acquisti online. L’Osservatorio eCommerce B2C del Politecnico di Milano ha da parte sua rilevato che il 40% delle transazioni e-commerce avviene già da smartphone, un mezzo che, entro il 2021, diventerà il primo canale per gli acquisti in rete. Una centralità sottolineata anche dal dato Agcom sul consumo medio di traffico dati mobile, cresciuto in un anno di oltre il 60%.

Gianluca Corti assicura poi che "il processo di consolidamento della cosiddetta Super Rete, un network capillare e resiliente costituito da circa 20mila siti di trasmissione in tecnologia 5G-ready sull’intero territorio nazionale, è ormai giunto alla fase conclusiva e i nostri clienti ci stanno fornendo feedback molto positivi".

Sul fronte della fibra, Corti si sofferma anche sulla partnership strategica tra Wind Tre e Open Fiber per la diffusione dei servizi a banda ultralarga FTTH, che è stata recentemente estesa ai cluster C e D, le cosiddette Aree Bianche, caratterizzate da un forte Digital Divide e dalla copertura a banda larga scarsa o assente. Oltre 7.000 sono i comuni interessati, che "saranno raggiunti dalla connettività ai massimi livelli di qualità e velocità disponibili. Queste aree si aggiungono alle 271 principali città italiane dove è già attivo il nostro accordo con Open Fiber, imprimendo un’accelerazione significativa all’importante progetto di diffusione della connettività ultraveloce nel Paese".

"Le realtà produttive devono confrontarsi con uno scenario profondamente cambiato - ci dice infine il Chief Commercial Officer di Wind Tre - in quanto la digitalizzazione ha portato alla diffusione di una serie di servizi innovativi che possono agevolare e accelerare la crescita, anche nelle piccole e medie imprese. Tra le ultime novità figura Office Smart, centralino virtuale per gestire la comunicazione tra i colleghi, sia in ufficio che in mobilità, e abilitare le imprese allo smart working. Modello che, secondo l’Osservatorio del Politecnico di Milano, può portare a un incremento di produttività di circa il 15%".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.