Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Mercoledì 29 Gennaio 2020, ore 02.48
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Intesa Sanpaolo, al via Giornata sviluppo sostenibile. Messina: "Pronti a fare la nostra parte"

Saranno presentate oggi tutte le iniziative della banca per il territorio, la cultura, i giovani e l'innovazione

Finanza, Sostenibilità ·
(Teleborsa) - Intesa Sanpaolo sottolinea il focus per lo sviluppo sostenibile e si propone quale principale protagonista nella transizione dall'economia lineare a quella circolare e quale attore per dare attuazione al Green Deal europeo.

E' iniziata a Milano, presso il Centro congressi della Fondazione Cariplo, la Giornata per lo sviluppo sostenibile, intitolata "Intesa Sanpaolo motore per lo sviluppo sostenibile e inclusivo". Un momento di incontro e confronto con gli stakeholder, che la banca dedica alle tematiche della sostenibilità: dalla riduzione delle disuguaglianze, all'inclusione economica e sociale, senza dimenticare occupazione, economia circolare ed innovazione.

Un'occasione per presentare i risultati e le iniziative del gruppo, in attuazione del Piano di impresa 2018-2021, finalizzati al raggiungimento degli obiettivi di crescita sociale, culturale e civile che la banca si è proposta. Tra i protagonisti della giornata il presidente di Intesa Sanpaolo Gian Maria Gros-Pietro, il CEO Carlo Messina, il presidente di BlackRock Rob Kapito, il Ministro per l'innovazione tecnologica e la digitalizzazione Paola Pisano ed altri esponenti delle istituzioni ed enti no profit.

Nel suo discorso introduttivo, l'Ad di Intesa Carlo Messina ha affermato che la banca è "pronta a fare la sua parte" per finanziare gran parte delle risorse previste dal piano verde europeo. Il manager afferma infatti che "le grandi imprese se ne devono fare carico, perché le imprese hanno un miglior risultato tra le risorse impegnate ed il risultato raggiunto, più di altri istituti".

"Non ci sono aziende nel mondo migliori delle aziende italiane", ha aggiunto Messina, sottolineando che l'Italia è "un paese molto forte e indipendente da chi governa, solido e sostenibile".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.