Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Domenica 23 Febbraio 2020, ore 19.00
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Canada, Banca centrale conferma tassi

Invariato il costo del denaro all'1,75%

Economia, Macroeconomia ·
(Teleborsa) - La Bank of Canada ha mantenuto invariati i tassi d'interesse al livello dell'1,75%, confermando le attese del mercato.

"L'economia globale sta mostrando segni di stabilizzazione e alcuni recenti sviluppi commerciali sono stati positivi - si legge nel comunicato ufficiale - . Tuttavia, permane un elevato grado di incertezza e sono riemerse tensioni geopolitiche, con tragiche conseguenze. L'economia canadese è stata resistente ma gli indicatori dal Rapporto di politica monetaria (MPR) di ottobre sono stati contrastanti".

I dati per il Canada indicano che la crescita nel breve termine sarà più debole e il divario di produzione sarà più ampio di quanto previsto dalla Banca in ottobre. La Banca stima ora una crescita dello 0,3 per cento nel quarto trimestre del 2019 e dell'1,3 per cento nel primo trimestre del 2020. Le esportazioni sono diminuite alla fine del 2019 e gli investimenti delle imprese sembrano essersi indeboliti dopo un forte terzo trimestre. La creazione di posti di lavoro è rallentata e gli indicatori della fiducia e della spesa dei consumatori sono stati inaspettatamente morbidi. Al contrario, gli investimenti residenziali sono stati solidi per gran parte del 2019, moderando a un ritmo ancora solido nel quarto trimestre.

Nel suo MPR di gennaio, la Banca prevede che l'economia globale crescerà di poco più del 3 percento nel 2020 e del 3,25 percento nel 2021. Per il Canada, invece, gli esperti dell'istituto centrale stimano per quest'anno un PIL reale in crescita dell'1,6 percento e del 2 percento nel 2021, dopo il +1,6 percento del 2019.

La prossima data prevista per l'annuncio dei tassi è il 4 marzo 2020. Il prossimo aggiornamento completo delle prospettive della Banca per l'economia e l'inflazione, invece, sarà pubblicato nel MPR del 15 aprile 2020.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.