Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Martedì 2 Giugno 2020, ore 00.59
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Moody's prevede impatti limitati Coronavirus su banche italiane

Più a rischio Istituti minori radicati territorialmente al Nord

Finanza ·
(Teleborsa) - L'agenzia di rating Moody's ritiene che l'impatto del Coronavirus sulle banche italiane sarà piuttosto limitato, anche se le ripercussioni si sentiranno sugli Istituti minori, radicati territorialmente nelle aree più colpite.

E' quanto prevedono gli esperti dell'agenzia, preventivando "normali inconvenienti operativi" e impatti sulla profittabilità, non anche problemi di solidità patrimoniale e liquidità. Naturalmente, questa assunzione si basa su una durata limitata dell'emergenza, perché in caso contrario gli effetti potrebbero essere maggiori.

Moody's, ricordando che circa il 40% delle filiali delle banche italiane sono nel Nord Italia, dislocate fra Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, ritiene che subiranno impatti maggiori gli Istituti più radicati in quei territori, come Banca Popolare di Sondrio, Credito Valtellinese, Gruppo Cassa Centrale, Cassa Centrale Raiffeisen e Mediocredito, ma anche Istituti più grandi come Bper e Credem che sono più esposti in Emilia Romagna. Minore impatto atteso sulle banche di maggiori dimensioni, come Intesa Sanpaolo, Unicredit, Banco BPM e UBI Banca grazie alla maggior diversificazione.

Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.