Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Giovedì 2 Aprile 2020, ore 08.01
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Coronavirus, USA: stanziato piano "monstre" da 2mila miliardi dollari

Segretario al Tesoro Steve Mnuchin: Pronti a tutto per salvare economia americana

Economia ·
(Teleborsa) - 2mila miliardi di dollari: questa la cifra "monstre" messa in campo dagli Stati Uniti per contrastare l'epidemia di coronavirus e rilanciare la prima economia mondiale. Dopo due bocciature, la maggioranza repubblicana al Senato degli Stati Uniti ha annunciato di aver raggiunto con i democratici e la Casa Bianca un accordo su uno "storico" piano da 2.000 miliardi di dollari.

Come filtrato nei giorni scorsi, il maxi pacchetto di stimoli - il più grande mai varato nella storia americana - prevederebbe un assegno da 1.200 dollari per gli adulti e 500 dollari per i bambini, circa 850 miliardi tra prestiti agevolati e aiuti per le aziende dei settori più colpiti dalla crisi, stati e città. "Dell'arsenale" fanno parte anche aumenti di spesa per i contributi di disoccupazione, ma anche per ospedali e operatori sanitari.

Tutto, insomma, pur di salvare l'economia americana, come ha più volte ribadito il Segretario al Tesoro Steve Mnuchin c
he non ha escluso la possibilità di entrare nel capitale delle aziende se necessario con nazionalizzazioni di salvataggio.

Sul piano strettamente sanitario, invece, continuano a salire i numeri. Sono 52.976 i casi di contagio registrati finora, 680 i decessi. Un dato, quest'ultimo, che ha subito un'accelerazione record nelle ultime 24 ore, in cui sono morte 163 persone. Numeri drammatici che non sembrano spaventare Donald Trump: "Stiamo già cominciando a vedere la luce in fondo al tunnel", ha dichiarato il presidente degli Usa, che starebbe persino pensando di allentare il blocco delle attività, perché la crisi economica che sta generando minaccia di fare addirittura più vittime del virus stesso.

"Se fosse per i medici il mondo intero sarebbe chiuso", ha detto qualche ora fa dal palco della Briefing Room della Casa Bianca illustrando il suo piano: "Dopo 15 giorni decideremo come muoverci".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.