Sabato 11 Luglio 2020, ore 20.52
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Alitalia verso la doppia Newco ma fuori dall'accordo transatlantico

D’ora in poi per il Nord Atlantico niente più joint-venture e solo voli in code share con Delta Air Lines e Air France-KLM

Economia, Trasporti ·
(Teleborsa) - Si apre una settimana decisiva per il futuro di Alitalia, con la creazione a inizio giugno della Newco dalla doppia identità, una delle due dedicata alla flotta Cityliner per i voli domestici. Intanto Alitalia dal 20 maggio è uscita dall'accordo sui voli transatlantici che la legava a Delta Air Lines e ad Air France-KLM che a loro volta nel novembre 2019 hanno rafforzato la joint-venture sulla tratta con Virgin Atlantic.

Tuttavia, ciò non impedirà ad Alitalia di continuare a volare in code share con le stesse compagnie aeree (accadrà dal 2 giugno con la riapertura del collegamento diretto tra Roma e New York), ma con le inevitabili limitazioni sulle destinazioni nord-americane. Così come di poter rinnovare l’accordo per i voli in code share con Air France-KLM sulle rotte europee.

Delta, che prima della pandemia da Covid-19 ha venduto insieme ad Alitalia il 40% dei biglietti sulle rotte Italia-Usa, annette molta importanza all’accordo di code share in luogo della joint-venture, che ha avuto termine il 31 dicembre 2019 ed è scaduta definitivamente appunto il 20 maggio scorso.

Ma è chiaro che in seguito l'eventuale possibile uscita di Alitalia dall'Alleanza globale SkyTeam, di cui fanno parte Delta e Air France-KLM (ma non Virgin Atlantic), che comprende 19 compagnie aeree di ogni parte del mondo, influirà inevitabilmente sul numero delle destinazioni raggiungibili negli Stati Uniti.



Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.