Giovedì 29 Ottobre 2020, ore 16.56
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Autostrade al fotofinish. Oggi CdA di Atlantia

Si profila operazione in due tappe: spin off e quotazione poi ingresso CDP con aumento capitale riservato. L'asset potrebbe valere 11 miliardi di euro ma dipende anche dal piano di investimenti

Finanza, Trasporti ·
(Teleborsa) - E' in dirittura d'arrivo il dossier Autostrade, dopo due anni di ipotesi e trattative fra il Governo ed Atlantia, che oggi riunisce il CdA per approvare lo spin off di ASPI, di cui attualmente detiene l'88% del capitale.

L'operazione per grandi linee prevede la progressiva uscita della holding della famiglia Benetton e l'ingresso nel capitale di CDP e di altri investitori, come previsto dall'accordo siglato con il Governo a metà luglio. Sui dettagli e sul valore dell'asset c'è stata una lunga trattativa, con varie ipotesi in campo: dall'ingresso diretto di CDP nel capitale di ASPI ad un'operazione di mercato che passasse per l'IPO.

Fra accelerazioni e battute d'arresto, l'estate è trascorsa ancora all'insegna dell'incertezza, ma negli ultimi giorni qualcosa si è mosso e sembra che ormai il capitolo Autostrade sia giunto alle battute finali. Lo ha anticipato martedì il numero uno di CDP, Fabrizio Palermo, auspicando una soluzione "in tempi stretti". E ieri, mercoledì e settembre, si è tenuto un incontro fra i Ceo di CDP, Fabrizio Palermo, e di Atlantia, Carlo Bertazzo, per mettere a punto gli ultimi dettagli.

L'operazione, secondo quanto riferisce Bloomberg, dovrebbe avvenire in due tappe. L'ipotesi più accreditata parla di un'IPO, che prenderà le mosse dopo lo scorporo di una quota del 70%, che sarà deliberata oggi dal CdA straordinario della controllante Atlantia. L'ingresso di CDP dovrebbe avvenire in un secondo momento, con un aumento di capitale riservato da 6 miliardi di euro, che servirà per ripagare il debito di Autostrade (4 miliardi) e per acquistare la quota residua di Atlantia (2 miliardi). Operazione che dovrebbe essere completata entro la primavera del 2021. La valutazione di ASPI si aggirerebbe attorno agli 11 miliardi di euro.

Ma restano alcuni nodi da sciogliere, in particolare il rinnovo della Concessione ed il Piano Economico Finanziario, da cui dipende anche la valutazione dell'asset, agganciato agli investimenti programmati, secondo la metodologia di calcolo più comune. Ma su questo si dovrà esprimere il MIT.

Molte ipotesi dunque, ma il mercato azionario questa volta sembra credere in un accordo concreto ed ha premiato il titolo Atlantia in Borsa. Le azioni della holding della famiglia Benetton sono volate la vigilia, mettendo a segno un rialzo superiore al 16%.




Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.