Domenica 29 Novembre 2020, ore 08.44
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Credem sigla accordo per incorporazione cassa Risparmio di Cento

Lucio Igino Zanon di Valgiurata: "Credem torna protagonista con una straordinaria operazione di aggregazione"

Finanza ·
(Teleborsa) - Credem e la Fondazione Cassa di Risparmio di Cento, assieme alla sua controllata Holding CR Cento, hanno sottoscritto un accordo quadro per realizzare la fusione per incorporazione di Cassa di Risparmio di Cento in Credito Emiliano.



Il gruppo ferrarese è una importante realtà bancaria, con una lunga storia di 160 anni, 87 mila clienti, 460 dipendenti ed una rete di 47 filiali e 3 Centri Private e Wealth Management, prevalentemente distribuite tra le provincie di Ferrara, Modena, Bologna e Ravenna. Vanta una raccolta di 3,7 miliardi di euro ed impieghi per 2 miliardi di euro.

Il Presidente di Credito Emiliano, Lucio Igino Zanon di Valgiurata ha sottolineato che, con questa operazione, il Gruppo Credem torna "protagonista" con un’operazione straordinaria di aggregazione, dopo aver perseguito negli ultimi anni una strategia di crescita interna, che l'ha portata ad "investire fortemente sulle persone e strutture per dare un servizio d’eccellenza ai clienti".

"Ora, il nostro obiettivo è, quindi, quello di far crescere ulteriormente l’attività della Cassa di Risparmio di Cento su un territorio che, in buona parte, non presidiamo, sfruttando le affinità del modello di business e potendo mettere a beneficio dei colleghi e dei clienti della Cassa le soluzioni ed i servizi offerti dalle diverse società del nostro Gruppo".

"Questo Accordo rappresenta per la Fondazione il raggiungimento di una tappa importante del processo, iniziato diversi anni fa, di quella diversificazione patrimoniale necessaria per mettere la Fondazione stessa nelle condizioni di poter perseguire al meglio la propria missione statutaria", ha commentato la Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Cento Raffaella Cavicchi.

La fusione genererà importanti sinergie sia in termini di ricavi (servizi diversificati) sia in termini di costi (unica piattaforma informatica). A regime, nel 2023, si stima un contributo della Cassa di Risparmio di Cento all’utile netto del nuovo Gruppo superiore ai 15 milioni di euro, grazie a ricavi addizionali per circa 9 milioni di euro e a risparmi sui costi per 13 milioni di euro.

L’accordo prevede una fusione per incorporazione della Cassa di Risparmio di Cento in Credito Emiliano ad un concambio di 0,7 azioni di Credito Emiliano per ogni azione della Cassa di Risparmio di Cento. A seguito dell’aumento di capitale che dovrà essere eseguito da Credem a supporto dell’operazione, i soci attuali della Cassa arriveranno a detenere circa il 2,85% del Gruppo Credem.

L’accordo prevede anche la cessione, contestuale alla fusione, di 1.000.000 di azioni della Cassa di Risparmio di Centro al Credito Emiliano per un importo complessivo di 7 milioni di euro, da parte della Fondazione e della Holding.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.