Sabato 16 Gennaio 2021, ore 12.57
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Piazza Affari chiude in rialzo, la migliore in Europa

Commento, Finanza, Spread ·
(Teleborsa) - All'insegna della prudenza il bilancio nel Vecchio Continente, mentre si distingue la performance positiva di Piazza Affari, che chiude a +0,72%. Sul mercato USA, scambi negativi per l'S&P-500, anche per le notizie sull'aumento dei sussidi di disoccupazione.



L'Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile e si ferma su 1,191. L'Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,19%. Segno più per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in aumento dell'1,27%.

Invariato lo spread, che si posiziona a +114 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta allo 0,57%.

Nello scenario borsistico europeo senza slancio Francoforte, che negozia con un -0,02%, si muove sotto la parità Londra, evidenziando un decremento dello 0,64%, e Parigi avanza dello 0,23%.

Seduta positiva per il listino milanese, che mostra un guadagno dello 0,72% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, piccolo scatto in avanti per il FTSE Italia All-Share, che arriva a 24.223 punti.

Poco sopra la parità il FTSE Italia Mid Cap (+0,3%); consolida i livelli della vigilia il FTSE Italia Star (+0,17%).

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti telecomunicazioni (+2,99%), tecnologia (+1,54%) e alimentare (+1,33%).

Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori viaggi e intrattenimento (-4,18%) e materie prime (-0,90%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Inwit (+4,16%), Azimut (+3,29%), Banca Mediolanum (+2,62%) e Banca Generali (+2,32%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Atlantia, che continua la seduta con -1,34%.

Contrazione moderata per CNH Industrial, che soffre un calo dello 0,84%.

Sottotono Exor che mostra una limatura dello 0,81%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, De' Longhi (+5,09%), La Doria (+4,71%), Credito Valtellinese (+3,80%) e Cerved Group (+3,45%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Autogrill, che continua la seduta con -6,81%.

Crolla Banca MPS, con una flessione del 4,15%.

Vendite a piene mani su Tamburi, che soffre un decremento del 2,43%.

Pessima performance per Datalogic, che registra un ribasso del 2,31%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.