Facebook Pixel
Giovedì 27 Gennaio 2022, ore 09.27
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Borse europee deboli. Vola TIM in Borsa

Commento, Finanza, Spread ·
(Teleborsa) - Tutti negativi gli indici di Piazza Affari e degli altri principali listini europei. Sulla borsa milanese l'attenzione degli investitori è catalizzata su TIM dopo la manifestazione d'interesse non vincolante e indicativa per un'OPA al prezzo di 0,505 euro ad azione lanciata dal fondo statunitense KKR.

Sul mercato valutario, l'Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,128. Lieve calo dell'oro, che scende a 1.841,6 dollari l'oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) è sostanzialmente stabile su 75,93 dollari per barile.

Avanza di poco lo spread, che si porta a +120 punti base, evidenziando un aumento di 1 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari allo 0,83%.

Tra i mercati del Vecchio Continente resta vicino alla parità Francoforte (-0,12%), piatta Londra, che tiene la parità; senza spunti Parigi, che non evidenzia significative variazioni sui prezzi. Il listino milanese continua la seduta poco sotto la parità, con il FTSE MIB che lima lo 0,37%: il principale indice della Borsa di Milano prosegue in tal modo una serie negativa, iniziata giovedì scorso, di tre ribassi consecutivi; sulla stessa linea, depressa il FTSE Italia All-Share, che scambia sotto i livelli della vigilia a 29.821 punti.


Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, acquisti a piene mani su Telecom Italia, che vanta un incremento del 27,47%. Sulla sua scia vola anche Inwit, con un progresso del 5%.

Andamento positivo per Azimut, che avanza di un discreto +1,41%.

Ben comprata Pirelli, che segna un forte rialzo dell'1,35%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Nexi, che prosegue le contrattazioni a -1,91%.

Spicca la prestazione negativa di Atlantia, che scende dell'1,83%.

Stellantis scende dell'1,10%.

Calo deciso per Enel, che segna un -1,01%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, CIR (+5,56%), Mutuionline (+3,37%), Unieuro (+1,77%) e SOL (+1,57%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su ENAV, che continua la seduta con -2,28%.

Sotto pressione ERG, con un forte ribasso dell'1,83%.

Soffre Cementir Holding, che evidenzia una perdita dell'1,82%.

Preda dei venditori FILA, con un decremento dell'1,77%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.