Facebook Pixel
Domenica 2 Ottobre 2022, ore 05.16
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Eurozona, inflazione luglio confermata a +8,9% spinta da energia

Economia, Macroeconomia ·
(Teleborsa) - Confermata in aumento, a livelli molto elevati, l'inflazione dell'Eurozona nel mese di luglio 2022. Secondo l'Ufficio statistico europeo (EUROSTAT), i prezzi al consumo segnano un +8,9% su base tendenziale, come stimato nella stima flash ed indicato dal consensus. Nel mese precedente si era registrato un incremento dell'8,6%. Su base mensile i prezzi al consumo sono saliti dello 0,1%, come stimato dagli analisti, dopo il +0,8% del mese precedente.

L'inflazione core, depurata dalle componenti più volatili quali cibi freschi, energia, alcool e tabacco, evidenzia una crescita dello 4% su base annua, in linea con il consensus, e un -0,2% su base mensile.

Nell'intera Unione Europea, l'inflazione sale del 9,8% su base annua, dopo il +9,6% di giugno, mentre su mese si registra una variazione positiva dello 0,2%.



I tassi annuali più bassi sono stati registrati in Francia, Malta (entrambi 6,8%) e Finlandia (8,0%). I tassi annuali più elevati sono stati registrati in Estonia (23,2%), Lettonia (21,3%) e Lituania (20,9%). Rispetto a giugno, l'inflazione annua è diminuita in sei Stati membri, è rimasta stabile in tre ed è aumentata in diciotto.

A luglio, il contributo più elevato al tasso di inflazione annuale dell'area euro è venuto dall'energia (+4,02 punti percentuali, pp), seguita da cibo, alcol e tabacco (+2,08 pp), servizi (+1,60 pp) e beni industriali non energetici (+1,16 pp).
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.