Facebook Pixel
Domenica 5 Febbraio 2023, ore 01.31
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Ischia, Procura indaga su "allarmi inascoltati"

Ministro Musumeci: "Ipotesi commissario contro rischio idrogeologico"

Ambiente, Economia ·
(Teleborsa) - "E' una delle ipotesi che abbiamo avanzato proprio nei giorni scorsi in sede di consiglio dei ministri. Quando il Comune, la provincia o la Regione non sono nelle condizioni di mantenere il rispetto di una scadenza, serve nominare un commissario con poteri sostitutivi".





Lo ha detto il ministro per la Protezione Civile e le politiche del mare, Nello Musumeci, a Radio 24 sulla necessità sbloccare gli interventi contro il rischio sismico e idrogeologico finanziati ma non operativi perché i fondi non si spendono. "Insomma che sia il gatto rosso, che sia il gatto nero a noi non interessa. L'importante è che l'uno o l'altro prendano il topo. E' una delle ipotesi che abbiamo avanzato proprio nei giorni scorsi in sede di consiglio dei ministri", ha spiegato.


Da parte sua, il ministro dell'Ambiente e della Sicurezza energetica, Gilberto Pichetto, a Omnibus su La7, osserva che " il Paese deve darsi delle regole per non andare sempre in deroga, perché si possano avere percorsi certi. Non è neppure una questione di fondi, perché i fondi ci sono. E' una questione di procedure. Anche i condoni nascono dal blocco del sistema, da una illegalità amministrativa che va avanti. Distinguiamo fra alcune situazioni di condono ed essere su luoghi dove c'è il rischio della vita. Bisogna avere il coraggio di fare una valutazione caso per caso".



Intanto, la Procura di Napoli indaga sugli allarmi inascoltati. Giuseppe Conte, ex sindaco di Casamicciola, ha riferito di avere lanciato 4 giorni prima della tragedia, cioè il 22 novembre, delle pec alle autorità competenti (al prefetto di Napoli, al commissario prefettizio di Casamicciola, al sindaco Manfredi e alla Protezione Civile della Campania) per avvertirle dei rischi che correvano i cittadini di Casamicciola a causa delle abbondanti precipitazioni previste. "Nel momento che l'isola di Ischia si trova in questa situazione e ci sono degli allarmi, che io ho dato, era necessario che questi cittadini fossero avvertiti, voi di qua ve ne dovete andare perché è pericoloso", ha detto ad Agorà Rai Tre, condotto da Monica Giandotti, sulla tragedia di Ischia

Sono proseguite anche nel corso della notte le ricerche degli ultimi quattro dispersi di via Celario. Nelle scorse ore sono stati rinvenuti, purtroppo, i corpi di 3 ragazzi e, proprio in questi minuti, dei loro genitori.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.