Facebook Pixel
Lunedì 26 Febbraio 2024, ore 10.08
Azioni Milano
09 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Poco mossa la Borsa americana in attesa di nuovi dati

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Sostanzialmente stabile Wall Street, che continua la sessione sui livelli della vigilia, con il Dow Jones che si ferma a 33.966 punti, mentre, al contrario, lieve aumento per l'S&P-500, che si porta a 4.330 punti. In frazionale progresso il Nasdaq 100 (+0,2%); sulla stessa tendenza, poco sopra la parità l'S&P 100 (+0,25%). Gli investitori attendono nuovi dati macroeconomici e le osservazioni dei funzionari della Federal Reserve. La banca centrale statunitense ha suggerito la scorsa settimana che i tassi di interesse dovranno rimanere più elevati per un periodo di tempo più lungo, esercitando pressioni al rialzo sui rendimenti obbligazionari e frenando le azioni.

Si prospetta una settimana ricca di dati negli Stati Uniti. Il focus sarà sul deflatore di agosto, atteso in aumento di 0,5% m/m (3,5% a/a), spinto dal rincaro dei prezzi del carburante, a fronte di un indice core (0,2% m/m) in linea con il ritmo di crescita degli ultimi mesi. La spesa personale dovrebbe rallentare, frenata dal consumo di beni, mentre il reddito personale dovrebbe registrare un leggero aumento rispetto a luglio.

Intanto, il presidente della Federal Reserve Bank di Chicago, Austan Goolsbee, ha affermato che è possibile per gli Stati Uniti evitare una recessione anche se la banca centrale americana aumenta i tassi di interesse per raffreddare l'inflazione. "Lo chiamo il percorso d'oro e penso che sia possibile, ma ci sono molti rischi e il percorso è lungo e tortuoso", ha detto Goolsbee in un'intervista alla CNBC.

Si distinguono nel paniere S&P 500 i settori energia (+1,32%), beni di consumo secondari (+0,73%) e materiali (+0,66%). Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori utilities (-0,68%) e beni di consumo per l'ufficio (-0,50%).

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Dow (+1,85%), Chevron (+1,29%), Apple (+1,20%) e United Health (+0,80%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su 3M, che ottiene -1,99%. Tentenna Coca Cola, che cede lo 0,89%. Sostanzialmente debole Procter & Gamble, che registra una flessione dello 0,70%. Si muove sotto la parità McDonald's, evidenziando un decremento dello 0,55%.

Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano GE Healthcare Technologies (+3,17%), Qualcomm (+2,42%), Old Dominion Freight Line (+2,35%) e Astrazeneca (+2,02%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Warner Bros Discovery, che ottiene -2,61%. Preda dei venditori Moderna, con un decremento del 2,18%. Si concentrano le vendite su JD.com, che soffre un calo del 2,04%. Vendite su DexCom, che registra un ribasso dell'1,99%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.