Facebook Pixel
Milano 17-apr
33.632,71 0,00%
Nasdaq 17-apr
17.493,62 -1,24%
Dow Jones 17-apr
37.753,31 -0,12%
Londra 17-apr
7.847,99 0,00%
Francoforte 17-apr
17.770,02 +0,02%

Origin Energy, azionisti rifiutano offerta da 10,6 miliardi di dollari di Brookfield

Energia, Finanza
Origin Energy, azionisti rifiutano offerta da 10,6 miliardi di dollari di Brookfield
(Teleborsa) - Gli azionisti di Origin Energy, il più grande rivenditore di energia elettrica australiano, hanno rifiutato un'offerta pubblica di acquisto da 10,6 miliardi di dollari da parte di un consorzio guidato da Brookfield Asset Management, uno dei principali gestori patrimoniali alternativi a livello globale con 850 miliardi di dollari di asset in gestione.

I voti finali sono stati il 31,08% contro l'offerta e il 68,92% a favore, secondo un resoconto fornito da Origin, inferiore quindi alla soglia del 75% richiesta affinché un'acquisizione possa procedere. Il maggiore azionista di Origin, il fondo pensione AustralianSuper, si è schierato contro l'offerta.

"Gli azionisti si sono presentati in numero significativo per dire la loro sul futuro di Origin - ha commentato il presidente Scott Perkins - Durante tutto questo processo, il Consiglio si è concentrato nel garantire che tutti gli azionisti di Origin riconoscano che il loro voto è importante".

"Anche se il progetto non verrà portato avanti, è stato sostenuto da molti azionisti di Origin - ha aggiunto - È importante sottolineare che questo processo ha reso chiara la fiducia che tutti gli azionisti hanno nelle attività, nelle risorse e nelle persone di Origin, e nel suo posizionamento strategico per la transizione energetica".

"Attendiamo con impazienza il continuo sostegno dei nostri azionisti mentre ci concentriamo sulla realizzazione delle nostre priorità strategiche, accelerando gli investimenti in energia e stoccaggio più puliti e perseguendo la nostra ambizione di guidare la transizione energetica", ha concluso Perkins.
Condividi
```