Facebook Pixel
Giovedì 19 Maggio 2022, ore 21.26
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Attese

Perché le borse non pensano a una recessione?

Alessandro Fugnoli
Alessandro Fugnoli
Strategist ed esperto in economia, fa parte dal 2010 del team Kairos Partners SGR come responsabile de "Il Rosso e il Nero"
1 2 3 »
Si discute molto, nel mondo obbligazionario, della prossima recessione. La ragione è che l'inversione della curva dei rendimenti, che ha fatto capolino in America nei giorni scorsi (con le scadenze a due anni che hanno superato il rendimento di quelle decennali), è considerata un indicatore molto affidabile (anche se non infallibile) di recessione imminente.

Quanto imminente? Non c'è una regola precisa, ma l'esperienza storica dell'ultimo mezzo secolo, con una sola eccezione, vede arrivare una recessione entro due anni dal primo episodio di inversione della curva. Due anni, per inciso, sono anche la stima di Larry Summers, l'unico tra i grandi economisti mainstream che abbia finora previsto correttamente l'andamento dell'inflazione. Summers sostiene infatti che la stagflazione è praticamente certa entro 24 mesi e che una recessione è probabile.


L'inversione della curva dei rendimenti suscita ogni volta dibattiti accalorati tra coloro che insistono sulla sua validità come indicatore e chi invece afferma che questa volta è diverso. A sostenere la tesi della differenza è anche la Federal Reserve, che in uno studio appena pubblicato afferma che una recessione non ci sarà. Se ci sarà, non sarà per colpa delle politiche della Fed, ma della credenza superstiziosa del mercato che, diffondendo pessimismo, creerà le condizioni perché la profezia di recessione si autoavveri. Tagliente come sempre, Albert Edwards scrive che l'indicatore più robusto di una recessione imminente è quando la Fed nega che l'inversione della curva ne sia un indicatore.

Molta energia intellettuale viene spesa, questa volta più che mai, nella ricerca della formulazione più rigorosa possibile della teoria dell'inversione. Qual è l'inversione decisiva? Quella fra due e dieci anni, quella tra tre mesi e cinque anni o qualsiasi altra che sia possibile riscontrare? Che pensare se la curva è sinusoidale o irregolare? È davvero necessario che l'inversione tra Fed Funds e dieci anni confermi quella tra due e dieci?
1 2 3 »
Altri Top Mind
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.