Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Mercoledì 21 Febbraio 2018, ore 23.48
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Borse europee in rally. A Piazza Affari FTSE Mib +1,81%

I listini del Vecchio Continente hanno chiuso la seduta in corsa e sui massimi grazie a Wall Street, che alla fine ha bypassato i numeri sull'inflazione

Finanza, Commento ·
(Teleborsa) - Chiusura in forte rialzo per Piazza Affari e gli altri principali listini del Vecchio Continente, che si allineano al ritrovato buonumore di Wall Street.

La Borsa USA aveva aperto le contrattazioni in rosso in scia alla lettura superiore alle attese dei numeri sull'inflazione, che ha aumentato i timori per una politica monetaria più aggressiva, salvo poi optare per gli acquisti. Questo cambio di rotta ha influenzato molto positivamente gli indici europei che, dopo essere crollati sui minimi, hanno ripreso la via dei rialzi.

A sostenere il sentiment degli investitori del Vecchio Continente anche una serie di input positivi quali l'accelerazione del PIL della Germania, dell'Italia, che nel 2017 è balzato al top da 7 anni a questa parte, e del Portogallo, cresciuto come non faceva dal 2000.

Sul valutario, leggera crescita dell'Euro / Dollaro USA, che sale a quota 1,241 in scia all'effetto inflazione USA.

Tra le commodities, invece, l'Oro avanza a quota 1.347,5 dollari l'oncia mentre il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) segna un guadagno frazionale dello 0,34%, favorito anche dalla crescita delle scorte di greggio in USA inferiore alle attese.

Lieve miglioramento dello spread, che scende fino a 131 punti base, con un calo di 2 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta al 2,06%.

Tra i mercati del Vecchio Continente denaro su Francoforte, che registra un rialzo dell'1,17%.Bene Londra +0,64% e Parigi, che vanta un progresso dell'1,10%.

Giornata di forti guadagni per Piazza Affari, con il FTSE MIB in rialzo dell'1,81%; sulla stessa linea, in forte aumento il FTSE Italia All-Share, che con il suo +1,76% termina a quota 24.673 punti. In denaro il FTSE Italia Mid Cap (+1,39%), come il FTSE Italia Star (2,2%).

A Piazza Affari risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 3,46 miliardi di euro, con un incremento di ben 1.005,2 milioni di euro, pari al 40,97% rispetto ai precedenti 2,45 miliardi; mentre i volumi scambiati sono passati da 1,23 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 1,67 miliardi di azioni.

A fronte dei 227 titoli scambiati, sono giunte richieste di acquisto per 166 azioni. In lettera invece 55 titoli. Pressoché stabili le rimanenti 6 stocks.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari spicca BPER, con un progresso del 5,19% grazie ai numeri di BPER Leasing e al rialzo del target price da parte di Kepler Cheuvreux.

Vola Recordati (+4,9%) proseguendo il rimbalzo iniziato la vigilia.

In primo piano Leonardo e Banco BPM.

Tra i pochi titoli in rosso Mediobanca e Prysmian, che contengono la discesa entro il punto percentuale.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Cementir (+9,50%), EI Towers (+5,88%), Interpump (+5,61%) e IGD (+5,48%).
I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Juventus, che ha archiviato la seduta a -8,58% dopo il 2-2 contro il Tottenham.


Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.