Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Martedì 20 Febbraio 2018, ore 05.03
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Wall Street debole. Fed attesa più aggressiva

L'inflazione a gennaio accelera oltre attese su base mensile

Finanza, Commento ·
(Teleborsa) - Partenza in negativo per la borsa di Wall Street dopo che il dato sull'inflazione statunitense ha mostrato un incremento maggiore delle attese, suggerendo che la Fed possa procedere ad un atteggiamento più aggressivo nel rialzo dei tassi di interesse. Speculazioni che da un po' di tempo stanno creando turbolenze sui mercati finanziari.

Secondo i dati diffusi dal Dipartimento del Lavoro statunitense, l'inflazione a gennaio ha registrato un'accelerazione a +0,5%, mentre le stime di consensus erano per un più modesto +0,3% dopo il +0,1% di dicembre.

Sulle prime rilevazioni, si muove sotto la parità il Dow Jones, che scende a 24.556,9 punti, con uno scarto percentuale dello 0,34%, arrestando la serie di tre rialzi consecutivi, avviata venerdì scorso; sulla stessa linea, cede alle vendite lo S&P-500, che retrocede a 2.655,39 punti. Sotto la parità il Nasdaq 100, che mostra un calo dello 0,23%; guadagni frazionali per lo S&P 100 (+0,27%).

Andamento negativo negli States su tutti i comparti dell'S&P 500. Nel listino, i settori Utilities (-1,08%), Energia (-0,86%) e Materiali (-0,72%) sono tra i più venduti.

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, JP Morgan (+0,80%) e General Electric (+0,61%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Merck & Co, che ottiene -1,04%. Discesa modesta per Dowdupont, che cede un piccolo -0,99%. Pensosa Home Depot, con un calo frazionale dello 0,97%.

Tra i best performers del Nasdaq 100, Baidu (+5,78%), Jd.Com (+2,13%), Netflix (+1,64%) e Facebook (+1,12%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Shire, che continua la seduta con -1,82%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.