Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Martedì 25 Settembre 2018, ore 09.35
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Il caso Turchia manda in tilt le Borse europee. Piazza Affari maglia nera

Unicredit tra i titoli più colpiti dalle vendite

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Chiusura in rosso per i principali mercati europei, con la situazione della Turchia in primo piano dopo l'allarme lanciato dalla BCE. Piazza Affari segue la scia di metà seduta e si conferma l'indice peggiore, anche per via della pessima prestazione di Unicredit e dell'intero comparto bancario. L'apertura negativa di Wall Street ha portato inoltre ad un generale peggioramento dei listini del Vecchio Continente.

L'Euro / Dollaro USA è in calo (-1,01%) e si attesta su 1,142. L'Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,1%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la sessione in rialzo e avanza a 67,66 dollari per barile.

Pesante l'aumento dello spread, che si attesta a 266 punti base, con un deciso aumento di 14 punti base, mentre il BTP con scadenza 10 anni riporta un rendimento del 2,97%.

Nello scenario borsistico europeo crolla Francoforte, con una flessione del 2,06%, vendite su Londra, che registra un ribasso dello 0,99%, e vendite a piene mani su Parigi, che soffre un decremento dell'1,73%.

Giornata nera per la Borsa di Milano, che affonda con una discesa del 2,60%, portando avanti la scia ribassista di tre cali consecutivi, avviata mercoledì scorso; sulla stessa linea, si abbattono le vendite sul FTSE Italia All-Share, che continua la giornata a 23.328 punti, in forte calo del 2,41%. In ribasso il FTSE Italia Mid Cap (-1,27%), come il FTSE Italia Star (-0,8%).

A Piazza Affari non si salva alcun comparto. Tra i più negativi della lista di Milano, troviamo i comparti bancario (-3,71%), chimico (-3,04%) e petrolio (-2,52%).

Affondano o perdono terreno tutte le Blue Chip di Milano. Le peggiori performance si registrano su STMicroelectronics, che ottiene -5,17%, anche in scia alla pessima prestazione di Intel dopo un downgrade.

Pessima performance per Unicredit, che registra un ribasso del 5,06% vista la forte esposizione dell'Istituto di credito in Turchia.

Sessione nera per Intesa Sanpaolo, che lascia sul tappeto una perdita del 3,79%.

In caduta libera Leonardo, che affonda del 3,34%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Datalogic (+4,59%), Amplifon (+0,75%), Geox (+0,74%) e Credito Valtellinese (+0,58%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Credem, che continua la seduta con -4,93%.

Pesante Cementir, che segna una discesa di ben -4,56 punti percentuali.

Seduta drammatica per SOL, che crolla del 4,39%.

Sensibili perdite per ASTM, in calo del 3,61%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.