Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Mercoledì 18 Settembre 2019, ore 23.44
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Giù Piazza Affari e le altre Borse europee

Gli investitori si muovono con prudenza in attesa di sviluppi sulla disputa commerciale degli Stati Uniti con la Cina

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Sono tutti negativi gli indici di Piazza Affari e degli altri principali listini europei, complice la chiusura debole dei mercati asiatici, con gli investitori prudenti che attendono sviluppi dalla disputa commerciale degli Stati Uniti con la Cina.

Sul mercato Forex, l'Euro / Dollaro USA è stabile e si ferma su 1,134. L'Oro continua la sessione in rialzo e avanza a quota 1.337,5 dollari l'oncia. Giornata da dimenticare per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia a 51,95 dollari per barile, con un ribasso del 2,48%.

Lo Spread peggiora, toccando i +260 punti base, con un aumento di 6 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari al 2,37%.

Tra i mercati del Vecchio Continente Francoforte, scambia con un -0,5%. Giù anche Londra che cede lo 0,44% e Parigi che registra una flessione dello 0,56%. A Piazza Affari, il FTSE MIB è in calo (-0,81%) e si attesta su 20.442 punti.

Si distingue a Piazza Affari il settore media ed esibisce un +0,45% sul precedente.

Nella parte bassa della classifica di Piazza Affari, sensibili ribassi si manifestano nei comparti materie prime (-2,04%), tecnologia (-1,16%) e bancario (-1,15%).

In questa pessima giornata per la Borsa di Milano, nessuna Blue Chip mette a segno una performance positiva.

Le peggiori performance si registrano su UBI Banca, che ottiene -2,51%. Sessione nera per Banco BPM, che lascia sul tappeto una perdita del 2,17%.

Saipem scende del 2,28%. Giù anche Tenaris, che affonda del 2,13%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Gima TT (+5,23%), Mediaset (+1,52%), Ivs Group (+1,43%) e doBank (+1,10%). I più forti ribassi si registrano su Biesse -3,92%. Pesante Maire Tecnimont, che segna una discesa di ben 3,12 punti percentuali.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.