Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Giovedì 20 Giugno 2019, ore 09.59
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Wall Street in stand-by. Giù i chip con Broadcom

Pesano anche i dati che hanno evidenziato il peggiore rallentamento della crescita industriale cinese in 17 anni

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Wall Street prosegue in territorio negativo penalizzata ribasso dei chip innescato dalla major del settore, Broadcom, che ha annunciato l'intenzione di tagliare le proprie stime di vendita. A ciò si aggiungono i timori degli investitori dopo i dati che hanno evidenziato il peggiore rallentamento della crescita industriale cinese in 17 anni.

Sul fronte macroeconomico, ha deluso il dato sulle vendite al dettaglio, che sono cresciute meno del previsto. Meglio, invece, delle aspettative la statistica sulla produzione industriale cresciuta più del previsto.

Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones si attesta sui valori della vigilia a 26.066,79 punti, mentre, al contrario, cede alle vendite lo S&P-500, che retrocede a 2.883,54 punti. Leggermente negativo il Nasdaq 100 (-0,49%); senza direzione lo S&P 100 (-0,15%).

In buona evidenza nell'S&P 500 il comparto utilities. Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori energia (-0,87%), informatica (-0,84%) e materiali (-0,64%).

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, Home Depot (+1,50%), Verizon Communication (+0,88%), Wal-Mart (+0,74%) e Pfizer (+0,52%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Cisco Systems, che prosegue le contrattazioni a -2,53%.

Sessione nera per Dowdupont, che lascia sul tappeto una perdita del 2,12%.

Si concentrano le vendite su Intel, che soffre un calo dell'1,34%.

Vendite su 3M, che registra un ribasso dell'1,08%.

Tra i protagonisti del Nasdaq 100, Facebook (+1,63%), Comcast (+1,56%), Ulta Beauty (+1,56%) e Lululemon Athletica (+1,34%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Broadcom, che continua la seduta con -6,59%.

In caduta libera Fastenal, che affonda del 3,96%.

Pesante Western Digital, che segna una discesa di ben -3,56 punti percentuali.

Seduta drammatica per Texas Instruments, che crolla del 3,50%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.