Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Domenica 15 Dicembre 2019, ore 03.34
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Appiattita la performance delle Borse europee

Sostanzialmente stabile Piazza Affari, che continua la sessione sui livelli della vigilia, con il FTSE MIB a 23.354 punti

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Seduta prudente per le principali borse del Vecchio Continente dopo il finale poco mosso di Wall Street. Intanto l'OCSE ha ritoccato al rialzo le stime sul PIL dell'Italia per il 2019, parlando di una crescita globale debole.

Nessuna variazione significativa per l'Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,109. Sostanzialmente stabile l'oro, che tratta a quota 1.469 dollari l'oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la seduta poco sotto la parità con una variazione negativa dello 0,30%.

Lo Spread migliora, toccando i +152 punti base, con un calo di 4 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari all'1,18%.

Tra i mercati del Vecchio Continente Francoforte è stabile -0,03%, tentenna Londra con un ribasso dello 0,60%, cauta Parigi, che mostra una performance pari a -0,13%.

Sostanzialmente stabile Piazza Affari, che continua la sessione sui livelli della vigilia, con il FTSE MIB a 23.354 punti; sulla stessa linea, rimane ai nastri di partenza il FTSE Italia All-Share, che si posiziona a 25.413 punti, in prossimità dei livelli precedenti. In frazionale calo il FTSE Italia Mid Cap (-0,27%), come il FTSE Italia Star (-0,3%).

Buona la performance a Milano dei comparti telecomunicazioni (+2,28%), viaggi e intrattenimento (+0,67%) e bancario (+0,52%).

Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori chimico (-1,23%), costruzioni (-0,95%) e servizi finanziari (-0,91%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Telecom Italia (+2,81%), Banco BPM (+1,80%), UBI Banca (+1,62%) e Unicredit (+1,12%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Fiat Chrysler, che prosegue le contrattazioni a -1,88% dopo la causa promossa da GM.

Scivola Buzzi Unicem, con un netto svantaggio dell'1,64%.

In rosso Exor, che evidenzia un deciso ribasso dell'1,42%.

Giornata fiacca per Amplifon, che segna un calo dello 0,95%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, RCS (+1,68%), Credito Valtellinese (+1,56%), Piaggio (+1,19%) e Banca Ifis (+1,00%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Tinexta, che ottiene -2,34%.

Spicca la prestazione negativa di Cerved Group, che scende dell'1,73%.

Datalogic scende dell'1,61%.

Calo deciso per Anima Holding, che segna un -1,48%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.