Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Lunedì 9 Dicembre 2019, ore 06.34
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Borse europee deboli. Milano tiene la posizione

Pesa inasprimento delle tensioni commerciali

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Seduta debole per Piazza Affari e per altre principali Borse europee, dove il sentiment degli investitori è stato ancora una volta condizionato dall'inasprimento delle tensioni commerciali.

Sul mercato dei cambi, poco mosso l'Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,109. L'Oro, in aumento (+1,13%), raggiunge 1.478,9 dollari l'oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) è sostanzialmente stabile su 56,03 dollari per barile.

Balza in alto lo spread, posizionandosi a +166 punti base, con un incremento di 5 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari all'1,32%.

Nello scenario borsistico europeo poco mosso Francoforte, che mostra un +0,19%. Lettera su Londra, che registra un importante calo dell'1,75%. Sotto pressione anche Parigi, con un forte ribasso dell'1,03%. A Milano, il FTSE MIB è sostanzialmente stabile e si posiziona su 22.737 punti.

Buona la performance a Milano dei comparti sanitario (+2,13%), media (+0,90%) e utility (+0,84%).

Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori viaggi e intrattenimento (-1,96%), immobiliare (-1,62%) e costruzioni (-1,42%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, decolla Diasorin, con un importante progresso del 2,79%.

In evidenza Amplifon, che mostra un forte incremento del 2,67%.

Buona performance per Ferrari, che cresce dell'1,96%.

Sostenuta Italgas, con un discreto guadagno dell'1,61%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Azimut, che continua la seduta con -2,51%.

Soffre Buzzi Unicem, che evidenzia una perdita dell'1,36%.

Preda dei venditori UnipolSai, con un decremento dell'1,35%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, ASTM (+2,20%), Sias (+1,94%), Sesa (+1,74%) e Mutuionline (+1,13%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su CIR, che prosegue le contrattazioni a -7,82%.

Affonda Saras, con un ribasso del 4,22%.

Crolla IGD, con una flessione del 3,64%.

Vendite a piene mani su Credito Valtellinese, che soffre un decremento del 3,33%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.