Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Sabato 28 Marzo 2020, ore 18.01
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Milano scende, l'Europa fa peggio

Tra gli investitori aumentano i timori che la capacità di diffusione del coronavirus si rafforzi ulteriormente con ripercussioni sull'economia globale

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Segni negativi per Piazza Affari e gli altri mercati europei che confermano l'intonazione ribassista dell'avvio. Tra gli investitori aumentano i timori che la capacità di diffusione del coronavirus si rafforzi ulteriormente, con ripercussioni pesanti sull'intera economia globale.

Sul mercato valutario, l'Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile e si ferma su 1,102. Crolla lo yuan mentre sale lo yen considerato come l'Oro che prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,67%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) crolla del 3,28%, scendendo fino a 52,41 dollari per barile.

In deciso ribasso lo spread, che si posiziona a +142 punti base, con un forte calo di 17 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni che si posiziona all'1,03%.

Tra i listini europei tonfo di Francoforte, che mostra una caduta dell'1,79%. Lettera su Londra, che registra un importante calo del 2,12%. Affonda Parigi, con un ribasso dell'1,93%. A Piazza Affari, il FTSE MIB è in calo (-0,97%) e si attesta su 23.737 punti.

In discesa a Piazza Affari tutti i comparti, tiene la parità il settore bancario che beneficia della discesa dello spread. Tra i più negativi della lista di Piazza Affari, troviamo i comparti tecnologia (-3,98%), beni per la casa (-2,98%) e materie prime (-2,69%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Poste Italiane (+1,84%), Italgas (+1,69%), Banco BPM (+1,02%) e UBI Banca (+0,93%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su STMicroelectronics, che prosegue le contrattazioni a -4,29%.

Sotto pressione CNH Industrial, che accusa un calo del 3,81%.

Crolla il lusso con Moncler -3,26% e Ferragamo -3,23%.

Da solo nella classifica dei risultati positivi del FTSE MidCap, Banca MPS si posiziona su un buon +2,46%.

Dal lato dei ribassi Datalogic, che prosegue le contrattazioni a -4,03%.

Pessima performance per Sesa, che registra un ribasso del 3,89%.

Sessione nera per ASTM, che lascia sul tappeto una perdita del 3,61%.

In caduta libera Tod's, che affonda del 3,52%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.