Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Mercoledì 8 Aprile 2020, ore 21.57
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Borsa Milano tiene con le banche. In rosso le altre Borse

Commento, Finanza, Spread ·
(Teleborsa) - Piazza affari prosegue solitaria in attivo, grazie all'effetto domino sul settore bancario dell'offerta di Intesa su UBI. Si muovono decisamente all'insegna del ribasso, invece, le altre borse europee, che scontano le preoccupazioni per il Coronavirus e l'impatto deludente del dato ZEW.

L'Euro / Dollaro USA continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,21%. Lieve peggioramento dello spread, che sale a +132 punti base, con un aumento di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari allo 0,90%.

Nello scenario borsistico europeo seduta negativa per Francoforte, che mostra una perdita dello 0,79%, sotto pressione Londra, che accusa un calo dello 0,86%, contrazione più moderata per Parigi, che soffre un calo dello 0,50%. Sosta sulla parità la Borsa di Milano, con il FTSE MIB che si attesta a 25.139 punti. In luce le banche (+1,72%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, acquisti a piene mani su UBI Banca, che vanta un incremento del 23,15%, allineandosi al valore insito nell'offerta della banca guidata da Carlo Messina.

Effervescente Banco BPM, con un progresso del 5,74%, ed Intesa Sanpaolo, che vanta un incisivo incremento del 2,28%.

Bene Poste Italiane, che mostra un aumento del 2,06%.

La peggiore si conferma BPER, che prosegue le contrattazioni a -10,85%, per effetto dell'annuncio dell'aumento di capitale necessario a finanziare l'acquisto degli sportelli di UBI.

Sessione negativa per Pirelli, che lascia sul tappeto una perdita del 2,39% in attesa dei conti.

Scivola CNH Industrial, con un netto svantaggio del 2,34%.

In caduta libera Prysmian, che affonda del 2,02%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, spunti sulla Banca Popolare di Sondrio (+6,57%), su Banca MPS (+3,16%) e Credem (+3,08%) che sono fra gli altri protagonisti di un possibile consolidamento del settore bancario.

Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.