Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Giovedì 9 Aprile 2020, ore 02.59
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Confindustria: il Decreto Cura Italia "non è sufficiente"

Economia ·
(Teleborsa) - Il decreto Cura Italia non è sufficiente. Confindustria torna a chiedere "interventi rapidi, urgenti, per costruire i presidi necessari a garantire le condizioni per ripartire" in una memoria depositata nella commissione bilancio del Senato.

Pur riconoscendo al Governo lo sforzo "necessario" e "importante" della misura che interviene su "molti capitoli rilevanti", l'associazione degli imprenditore sollecita l'esecutivo a concentrarsi maggiormente su alcune priorità, "diversi, infatti gli aspetti da rafforzare e perfezionare". Per Confindustria occorre evitare che in questo momento di contrazione della liquidità siano le imprese a sobbarcarsi il peso economico della corresponsione della cassa integrazione ai lavoratori e chiede "di posticipare e anche rateizzare tutti i pagamenti fiscali e contributivi per le imprese piccole, medie e grandi, evitando di drenare risorse che, a causa di chiusure e rallentamenti della produzione, vengono a mancare". Chiesto anche un potenziamento dei sistemi di garanzia per sostenere la liquidità a breve e a lungo termine.

Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.