Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Martedì 2 Giugno 2020, ore 14.02
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Alla deriva la Borsa americana

Gli Stati Uniti hanno superato la Cina come il paese con il più alto numero di casi di coronavirus

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Giornata nera per la Borsa di New York nell'ultima seduta prima della pausa del fine settimana e dopo una serie di forti risalite. Non aiutano neanche le indicazioni giunte dal fronte macro. A marzo, gli statunitensi si sono dimostrati meno ottimisti sull'economia rispetto al mese precedente, deludendo le previsioni degli analisti. La lettura finale dell'indice sulla fiducia redatto mensilmente dall'Università del Michigan è stata pari a 89,1 punti, dopo i 101 punti della fine di febbraio e i 95,9 della lettura preliminare di marzo. Si tratta del valore più basso di questo indicatore dall'ottobre del 2016, mentre si fa sentire l'allarmismo per la pandemia da coronavirus.

Tra gli indci statunitensi il Dow Jones affonda con una discesa del 2,77%; sulla stessa linea, viene venduto parecchio lo S&P-500, che continua la seduta a 2.567,47 punti. Pesante il Nasdaq 100 (-2,23%), come l'S&P 100 (-2,3%).

Risultato positivo nel paniere S&P 500 per il settore utilities. Nel listino, i settori energia (-5,81%), beni industriali (-3,54%) e materiali (-2,98%) sono tra i più venduti.

Al top tra i giganti di Wall Street, Procter & Gamble (+3,84%) e Travelers Company (+1,56%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Boeing, che continua la seduta con -8%.

Sessione nera per Chevron, che lascia sul tappeto una perdita del 7,11%.

In caduta libera JP Morgan, che affonda del 6,82%.

Pesante Walt Disney, che segna una discesa di ben -5,9 punti percentuali.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, Moderna (+9,09%), Check Point Software Technologies (+3,69%), Viacom (+3,24%) e Amgen (+1,85%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Wynn Resorts, che prosegue le contrattazioni a -8,81%.

Seduta drammatica per Tripadvisor, che crolla dell'8,34%.

Sensibili perdite per American Airlines, in calo del 7,41%.

In apnea Twenty-First Century Fox, che arretra del 7,29%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.