Lunedì 13 Luglio 2020, ore 09.57
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Arcuri: farmacie e parafarmacie saranno messe in condizione di vendere mascherine a 50cent

Previsto un "ristoro" per chi ha acquistato a prezzi superiori e un accordo per nuove forniture

Economia ·
(Teleborsa) - Tutte le farmacie e le parafarmacie italiane saranno messe in condizione di vendere a tutti i cittadini le mascherine chirurgiche al prezzo massimo di 0,50 euro (al netto dell'IVA). Rassicurazioni su quanto stato stabilito ieri arrivano da una nota dello stesso Commissario straordinario Domenico Arcuri che ha specificato che questo avverrà senza alcun danno economico per i farmacisti italiani.

Garantito alle farmacie che negli ultimi giorni hanno già acquistato dispositivi di protezione ad un prezzo superiore ai 50 centesimi un ristoro e assicurate forniture aggiuntive in modo da riportare il prezzo delle singole mascherine dell'intera fornitura al di sotto del prezzo massimo deciso dal Governo. Inoltre, è stato annunciato nelle prossime un ulteriore accordo che consentirà alle associazioni di farmacisti di negoziare, congiuntamente con il Commissario, l'acquisizione di importanti quantitativi di mascherine ad un prezzo inferiore fissato dall'ordinanza. "Si garantisce – si legge infine nella nota – concretamente, il diritto alla salute di tutti i cittadini, la possibilità di acquistare le mascherine ad un prezzo giusto, si blocca qualsiasi forma di speculazione, non si danneggiano i farmacisti che con spirito di servizio e sacrifici hanno svolto e continueranno a svolgere un ruolo importante nella gestione della epidemia da SARS - CoV-2".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.