Sabato 11 Luglio 2020, ore 16.19
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Piazza Affari sbanda. Confindustria vede nero sull'Italia

L'azionario europeo è invece sostenuto dalla notizia giunta dalla Cina sulla produzione industriale cresciuta su base mensile per la prima volta

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Le principali borse europee tagliano il traguardo di metà seduta con segni positivi mentre sbanda Piazza Affari che passa in negativo e poi recupera posizionandosi poco sopra la parità dopo le stime pessimistiche fornite da Confindustria sull'economia italiana.

L'azionario europeo è invece sostenuto dalla notizia giunta dalla Cina sulla produzione industriale cresciuta su base mensile per la prima volta. Un dato che sta dando assist soprattutto ai titoli dell'industria estrattiva e sugli energetici.

Sul mercato valutario, l'Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile e si ferma su 1,081. Nessuna variazione significativa per l'oro, che scambia sui valori della vigilia a 1.733,3 dollari l'oncia. Giornata di forti guadagni per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in rialzo dell'1,60%.

Lieve peggioramento dello spread, che sale a +238 punti base, con un aumento di 4 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari all'1,83%.

Tra i mercati del Vecchio Continente in luce Francoforte, con un ampio progresso dello 0,72%, piccolo passo in avanti per Londra, che mostra un progresso dello 0,35%, e incolore Parigi, che non registra variazioni significative, rispetto alla seduta precedente. Sessione debole per il listino milanese, che scambia con un calo dello 0,28% sul FTSE MIB.

In buona evidenza a Milano i comparti automotive (+1,51%), alimentare (+1,48%) e sanitario (+1,24%).

Nella parte bassa della classifica di Piazza Affari, sensibili ribassi si manifestano nei comparti media (-1,10%), bancario (-0,84%) e tecnologia (-0,81%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Atlantia (+2,86%), Ferrari (+2,11%), Recordati (+2,08%) e Diasorin (+1,98%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Unipol, che ottiene -2,75% nel giorno in cui ha alzato il velo sui conti al 31 marzo 2020.

In caduta libera Poste Italiane, che affonda del 2,65%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Danieli (+4,64%), Garofalo Health Care (+4,05%), ASTM (+3,71%) e Banca Farmafactoring (+3,41%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Mondadori, che ottiene -4,34%.

Pesante Saras, che segna una discesa di ben -3,07 punti percentuali.

Seduta drammatica per RCS, che crolla del 2,80%.

Sensibili perdite per FILA, in calo del 2,79%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.