Domenica 9 Agosto 2020, ore 07.52
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Trasporti, 10 punti per cooperazione Italia-Francia

Il risultato della due giorni di Roma tra la ministra De Micheli e il Segretario di Stato Djebbari

Economia, Trasporti ·
(Teleborsa) - Dieci punti di convergenza tra Italia e Francia per far avanzare l'Europa nei trasporti, grazie a una collaborazione proficua tra i due Paesi.

A stabilirli la Ministra dei trasporti italiana, Paola De Micheli, e il Segretario di Stato per i trasporti, Jean-Baptiste Djebbari, che hanno tenuto un dialogo strategico sui trasporti lunedì 15 giugno e martedì 16 giugno a Roma, a seguito del vertice intergovernativo di Napoli del febbraio scorso.

Nel documento finale è stata ribadita "l'importanza di continui scambi tra i due Ministeri al fine di coordinare le misure nel trasporto transfrontaliero, anche per quanto riguarda i protocolli di sicurezza, nel contesto della crisi COVID-19, al fine di assicurare il funzionamento e l'efficienza dei trasporti", come si legge in una nota del Mit.

I due ministri hanno sottolineato "la necessità di un'approvazione ambiziosa e rapida dello European Recovery Plan, che includa il sostegno ai trasporti e alle infrastrutture, agli operatori del trasporto merci e all'innovazione al fine di rispondere alle esigenze del settore e sostenere la ripresa e la resilienza economica complessiva".

Evidenziata l'importanza del "meccanismo per collegare l'Europa" (CEF) per sviluppare infrastrutture per il trasferimento modale e accelerare la transizione verso un trasporto sostenibile, mentre è stato lanciato "l'invito a sostenere il trasporto ferroviario di merci, un settore transfrontaliero per natura al centro delle sfide del Green Deal e cruciale per la competitività e l'integrazione dell'industria europea, con un meccanismo di sostegno finanziario europeo per gli operatori del trasporto ferroviario di merci per rafforzare lo shift modale".

Roma e Parigi chiedono anche "una rinnovata politica industriale europea dei trasporti, in linea con la politica industriale dell'UE, al fine di proteggere meglio le infrastrutture e gli operatori critici in un mondo globalizzato" e la necessità "del sostegno all'innovazione a livello europeo per accelerare la de-carbonizzazione dei trasporti e l'importanza della promozione di carburanti alternativi".

Tra i punti, c'è anche la "richiesta di attuare il sistema globale di compensazione delle emissioni del trasporto aereo (CORSIA) a livello europeo dal 2021 e di articolarlo bene con il sistema di scambio di quote di emissioni di gas a effetto serra (ETS)" e il "upporto per lo sviluppo di infrastrutture transfrontaliere per sviluppare il trasferimento modale dalla strada alla ferrovia e garantire allo stesso tempo fluidità nel traffico di merci".

Infine, si chiede il "riavvio rapido della procedura di concessione per l'Autostrada Ferroviaria Alpina" e la "prossima firma della Convenzione sulla gestione della tratta ferroviaria Cuneo-Breil Ventimiglia.

Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.