Martedì 11 Maggio 2021, ore 00.58
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Rosso a Wall Street. Powell: "Mi aspetto aumento inflazione"

Il rendimento del titolo di Stato a 10 anni, negli Stati Uniti, è tornato sopra l'1,50%

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell si aspetta un aumento dell'inflazione nei prossimi mesi, ma questo non sarà motivo sufficiente per spingere la banca centrale ad aumentare i tassi di interesse. "Ci aspettiamo che con la riapertura dell'economia e, si spera, con la ripresa, assisteremo a un aumento dell'inflazione grazie agli effetti di base" - ha detto Powell durante una conferenza del Wall Street Journal -. "Ciò potrebbe creare una pressione al rialzo sui prezzi".

Secondo il governatore della Fed, probabilmente questi rialzi "saranno transitori" e bisognerà pazientare. L'obiettivo della Fed è un'inflazione intorno al 2%, un tasso che segnala un'economia sana e fornisce un po' di spazio per tagliare il costo del denaro durante i periodi di crisi.

Per Powell ci vorrà un po' di tempo "prima che si ritorni alla piena occupazione" e ritiene "altamente improbabile" che si arrivi alla piena occupazione entro quest'anno". Ci sarà un aumento degli occupati con la riapertura delle attività economiche e gli Stati Uniti "ne hanno bisogno, perché dobbiamo ancora recuperare 10 milioni di posti di lavoro", ha spiegato il banchiere. "Il 4% sarebbe un buon tasso di disoccupazione da raggiungere, ma ci vorrà più di questo per raggiungere la massima occupazione".

Dopo le parole di Powell il rendimento del titolo di Stato a 10 anni, negli Stati Uniti, è tornato sopra l'1,50% e la borsa di Wall Street ha intrapreso la via del ribasso, ampliando i cali precedenti. Il Dow Jones accusa ora un rosso del 2,14%; sulla stessa linea, l'S&P-500 crolla del 2,35%, scendendo fino a 3.730 punti. Depresso il Nasdaq 100 (-2,7%); sulla stessa tendenza, in netto peggioramento l'S&P 100 (-2,11%).

Risultato positivo nel paniere S&P 500 per il settore energia. Tra i peggiori della lista del paniere S&P 500, in maggior calo i comparti materiali (-3,56%), beni di consumo secondari (-3,50%) e informatica (-3,13%).



La sola Blue Chip del Dow Jones in sostanziale aumento è Exxon Mobil (+1,96%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Walt Disney, che continua la seduta con -4,00%.

Seduta drammatica per Boeing, che crolla del 3,76%.

Sensibili perdite per Home Depot, in calo del 3,68%.

In apnea DOW, che arretra del 3,08%.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, Mondelez International (+2,91%) e Gilead Sciences (+0,80%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Western Digital, che continua la seduta con -9,75%.

Tonfo di Baidu, che mostra una caduta del 7,89%.

Lettera su Micron Technology, che registra un importante calo del 7,72%.

Affonda Tesla Motors, con un ribasso del 7,46%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.