Facebook Pixel
Venerdì 3 Dicembre 2021, ore 15.06
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Milano in rosso con l'Europa dietro Wall Street

Commento, Finanza, Spread ·
(Teleborsa) - Giornata negativa per Piazza Affari, che chiude le contrattazioni in ribasso, assieme agli altri Eurolistini, dopo che la presidente della BCE, Lagarde ha ribadito che l'istituzione manterrà una linea accomodante e gli acquisti di titoli proseguiranno anche dopo la fine dell'emergenza pandemica. Nel frattempo, Wall Street continua a scivolare, con un tonfo dell'S&P-500 dell'1,88%.

Sul mercato valutario, l'Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,168. L'Oro è in calo (-0,76%) e si attesta su 1.736,3 dollari l'oncia. Sessione debole per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia con un calo dello 0,57%: l'Opec ha delineato uno scenario in cui la domanda di greggio continuerà a salire negli anni venturi.



Lo Spread peggiora, toccando i +106 punti base, con un aumento di 4 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari allo 0,86%.

Nello scenario borsistico europeo tonfo di Francoforte, che mostra una caduta del 2,09%, giornata fiacca per Londra, che segna un calo dello 0,50%, e lettera su Parigi, che registra un importante calo del 2,17%. Giornata nera per la Borsa di Milano, che affonda con una discesa del 2,14%; sulla stessa linea, e' stato venduto parecchio il FTSE Italia All-Share, che ha archiviato la seduta a 28.056 punti.

In Borsa di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,76 miliardi di euro, restando invariato rispetto alla seduta precedente; i volumi scambiati sono passati da 0,65 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,72 miliardi.

ENI, che mette a segno un +0,7%, è l'unica tra le Blue Chip di Piazza Affari a riportare una performance apprezzabile.

Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Amplifon, che ha terminato le contrattazioni a -5,15%.

Affonda STMicroelectronics, con un ribasso del 5,02%.

Crolla Nexi, con una flessione del 4,12%.

Preda dei venditori Unicredit, con un decremento del 3,97%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Danieli (+8,58%), Maire Tecnimont (+0,89%) e Garofalo Health Care (+0,70%).

Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Reply, che ha terminato le contrattazioni a -9,91%.

Vendite a piene mani su Tinexta, che soffre un decremento del 6,97%.

Pessima performance per Mutuionline, che registra un ribasso del 6,74%.

Sessione nera per Saras, che lascia sul tappeto una perdita del 5,93%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.