Facebook Pixel
Venerdì 3 Dicembre 2021, ore 13.59
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

L'inflazione in aumento frena le Borse europee

Commento, Finanza, Spread ·
(Teleborsa) - Giornata negativa per Piazza Affari e le altre principali Borse europee, con l'attenzione degli investitori che resta concentrata sull'inflazione elevata anche USA ed in Europa e che potrebbe spingere le principali Banche centrali al mondo a rivedere i tempi ed in senso restrittivo la propria politica monetaria. Nel frattempo, a Wall Street è poco sopra la parità l'S&P-500.

Sul mercato valutario, stabile l'Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,159. Seduta in lieve rialzo per l'oro, che avanza a 1.759,8 dollari l'oncia. Sostanzialmente stabile il mercato petrolifero, che continua la sessione sui livelli della vigilia con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che scambia a 75,08 dollari per barile.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota +104 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,82%.

Nello scenario borsistico europeo tentenna Francoforte, con un modesto ribasso dello 0,68%, calo deciso per Londra, che segna un -0,84%, e senza slancio Parigi, che negozia con un -0,04%. Sessione debole per il listino milanese, che termina con un calo dello 0,27% sul FTSE MIB, mentre, al contrario, rimane ai nastri di partenza il FTSE Italia All-Share (Piazza Affari), che si ferma a 28.139 punti, in prossimità dei livelli precedenti.





Alla chiusura della Borsa di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna risulta essere stato pari a 2,24 miliardi di euro, in deciso ribasso (-23,56%), rispetto alla seduta precedente che aveva visto la negoziazione di 2,94 miliardi di euro; mentre i volumi scambiati sono passati da 0,75 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,63 miliardi.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, svetta BPER che segna un importante progresso del 2,41%.

Vola Moncler, con una marcata risalita del 2,23%.

Denaro su Terna, che registra un rialzo dell'1,76%.

Bilancio decisamente positivo per Banca Mediolanum, che vanta un progresso dell'1,60%.

Le peggiori performance, invece, si sono registrate su DiaSorin, che ha chiuso a -3,42%.

Sotto pressione CNH Industrial, con un forte ribasso del 3,13%.

Soffre Recordati, che evidenzia una perdita dell'1,81%.

Preda dei venditori Fineco, con un decremento dell'1,75%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Salcef Group (+8,07%), Autogrill (+7,61%), De' Longhi (+4,05%) e IGD (+3,83%).

Le peggiori performance, invece, si sono registrate su GVS, che ha chiuso a -4,07%.

Affonda MARR, con un ribasso del 2,65%.

Crolla Biesse, con una flessione del 2,44%.

Si concentrano le vendite su SOL, che soffre un calo dell'1,37%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.