Facebook Pixel
Mercoledì 19 Gennaio 2022, ore 20.21
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Wall Street in rosso. Inflazione USA da record

I prezzi al consumo segnano l'aumento maggiore dal 1990

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Partenza al ribasso per la borsa di Wall Street dopo che i prezzi al consumo negli Stati Uniti, sono saliti, in ottobre toccando l'aumento maggiore dal 1990. E' in rialzo anche l'inflazione in Cina e in Germania.


Sulle prime rilevazioni, il Dow Jones si attesta a 36.276 punti, mentre, al contrario, si muove al ribasso l'S&P-500, che perde lo 0,45%, scambiando a 4.664 punti. In ribasso il Nasdaq 100 (-1,05%); sulla stessa tendenza, in frazionale calo l'S&P 100 (-0,6%).

In luce sul listino nordamericano S&P 500 i comparti utilities (+0,48%) e beni di consumo per l'ufficio (+0,44%). Nel listino, i settori informatica (-1,16%), beni di consumo secondari (-0,88%) e telecomunicazioni (-0,67%) sono tra i più venduti.




Al top tra i giganti di Wall Street, Cisco Systems (+1,58%), Amgen (+1,29%), Walgreens Boots Alliance (+1,10%) e IBM (+0,92%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Apple, che prosegue le contrattazioni a -1,68%.

Preda dei venditori Nike, con un decremento dell'1,63%.

Si concentrano le vendite su Salesforce.Com, che soffre un calo dell'1,04%.

Contrazione moderata per Microsoft, che soffre un calo dello 0,99%.

Tra i best performers del Nasdaq 100, Discovery (+2,18%), Gilead Sciences (+1,97%), Discovery (+1,94%) e Cisco Systems (+1,58%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Nvidia, che continua la seduta con -5,40%.

Pesante Moderna, che segna una discesa di ben -3,12 punti percentuali.

Seduta drammatica per Tesla Motors, che crolla del 2,88%.

Sensibili perdite per Bed Bath & Beyond, in calo del 2,18%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.