Facebook Pixel
Giovedì 27 Gennaio 2022, ore 00.10
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Venerdì nero per i mercati dopo scoperta nuova variante

Commento, Finanza, Spread ·
(Teleborsa) - Giornata negativa per Piazza Affari, che scambia in pesante ribasso, assieme agli altri Eurolistini. A pesare sono i timori legati alla nuova variante sudafricana del coronavirus. Gli scienziati stanno ancora determinando se la variante, chiamata B.1.1529 ed emersa in Sud Africa, sia più trasmissibile o più letale delle precedenti, ma sembra certo il fatto che abbia il maggior numero di mutazioni di qualsiasi ceppo finora identificato. Ciò ha già portato alcuni Paesi a limitare i viaggi dal Sudafrica e dai Paesi vicini.

Sul fronte macroeconomico, l'Istat ha stimato una diminuzione dell'indice del clima di fiducia dei consumatori a novembre, mentre la fiducia dei consumatori francesi è rimasta stabile nello stesso mese. Intanto, hanno continuato a crescere i prezzi import in Germania a ottobre.

L'Euro / Dollaro USA prosegue gli scambi con un guadagno frazionale dello 0,65%. Segno più per l'oro, che mostra un aumento dell'1,11%. Prevalgono le vendite sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua la giornata a 73,49 dollari per barile, in forte calo del 5,88%.



Sulla parità lo spread, che rimane a quota +128 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,93%.

Tra gli indici di Eurolandia affonda Francoforte, con un ribasso del 2,69%, crolla Londra, con una flessione del 2,63%, e vendite a piene mani su Parigi, che soffre un decremento del 3,45%.

Sessione da dimenticare per la Borsa italiana, con il FTSE MIB che sta lasciando sul terreno il 3,06%; sulla stessa linea, profondo rosso per il FTSE Italia All-Share, che retrocede a 28.769 punti, in netto calo del 2,93%.

Pesante il FTSE Italia Mid Cap (-2,15%); sulla stessa tendenza, in discesa il FTSE Italia Star (-1,13%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo DiaSorin (+7,41%) e Telecom Italia (+1,57%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Unicredit, che continua la seduta con -5,80%.

Pessima performance per Tenaris, che registra un ribasso del 4,83%.

In rosso ENI, che evidenzia un deciso ribasso del 4,57%.

Spicca la prestazione negativa di Intesa Sanpaolo, che scende del 4,37%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, GVS (+1,85%) e SOL (+0,93%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Autogrill, che continua la seduta con -7,88%.

Sessione nera per Ferragamo, che lascia sul tappeto una perdita del 6,05%.

In caduta libera Tod's, che affonda del 5,84%.

Pesante Saras, che segna una discesa di ben -5,32 punti percentuali.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.