Facebook Pixel
Sabato 25 Giugno 2022, ore 19.10
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Giù le borse europee, Piazza Affari inclusa

La stagione delle trimestrali in chiaroscuro in America lasciano presagire la prospettiva di una stretta sempre più imminente da parte della Federal Reseve

Commento, Finanza, Spread ·
(Teleborsa) - Giornata difficile per Piazza Affari, che scambia in ribasso, assieme agli altri Eurolistini, mentre arrivano segnali di debolezza dai derivati statunitensi. Si prevede una partenza in calo per la borsa di Wall Street dopo che la stagione delle trimestrali in chiaroscuro in America lasciano presagire tra gli addetti ai lavori la prospettiva di una stretta sempre più imminente da parte della Federal Reseve, per contenere l'inflazione.

Sul mercato valutario, lieve aumento per l'Euro / Dollaro USA, che mostra un rialzo dello 0,21%. Debole l'oro, che scende a 1.834,5 dollari l'oncia. In calo il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scende a 83,95 dollari per barile, complici i realizzi dopo i nuovi record dal 2014.

Aumenta di poco lo spread, che si porta a +138 punti base, con un lieve rialzo di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari all'1,28%.

Tra le principali Borse europee lettera su Francoforte, che registra un importante calo dell'1,87%, sotto pressione Londra, che accusa un calo dell'1,09%; affonda Parigi, con un ribasso dell'1,65%. Sessione da dimenticare per la Borsa italiana, con il FTSE MIB che sta lasciando sul terreno l'1,66%; sulla stessa linea, profondo rosso per il FTSE Italia All-Share, che retrocede a 29.558 punti, in netto calo dell'1,65%.



Maglia rosa tra i titoli del FTSE MIB a mostrare un buon guadagno, Intesa Sanpaolo ottiene un +0,76% in vista della presentazione il prossimo 4 febbraio del piano d'impresa 2022-2025.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Prysmian, che prosegue le contrattazioni a -4,01%.

Crolla Stellantis, con una flessione del 3,69% dopo che il gruppo cinese Dongfeng è sceso al 3,3% del capitale in scia alla vendita di altre azioni. Sulla sua scia negativa scivola anche Ferrari che registra un ribasso del 3,22%.

Unico performer tra le azioni del FTSE MidCap è Caltagirone SpA, che ottiene un incremento dell'1,28%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Sanlorenzo, che continua la seduta con -3,83%.

Sessione nera per Technogym, che lascia sul tappeto una perdita del 3,65%.

In caduta libera Biesse, che affonda del 3,13%.

Pesante De' Longhi, che segna una discesa di ben -3 punti percentuali.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.