Facebook Pixel
Lunedì 27 Giugno 2022, ore 20.50
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Iveco, ricavi in aumento. Sfida principale è supply chain

Finanza ·
(Teleborsa) - Iveco, leader nel settore automotive e attivo nei segmenti Commercial and Specialty Vehicles, ha registrato ricavi consolidati pari a 3.048 milioni di euro nel primo trimestre del 2022, in crescita dell'1,7%. I ricavi netti delle Attività Industriali sono stati pari a 3.010 milioni di euro, in crescita dell'1,5%, principalmente per effetto di migliori prezzi e migliore mix. L'utile netto adjusted è stato pari a 42 milioni di euro (69 milioni di euro nel primo trimestre 2021), che esclude un impatto negativo post imposte pari a 51 milioni di euro in relazione alle attività in Russia e in Ucraina, principalmente per la svalutazione di alcuni elementi dell'attivo. Il risultato diluito per azione adjusted è stato pari a 0,15 euro (0,21 euro nel primo trimestre 2021).

"Nel primo trimestre del nostro primo anno come società indipendente, sono lieto di annunciare una solida performance, principalmente dei veicoli commerciali leggeri e degli autobus, nonostante i continui problemi della catena logistico-produttiva e gli aumenti dei prezzi delle materie prime", ha commentato il CEO Gerrit Marx.



"L'assorbimento stagionale del free cash flow delle attività industriali è stato pari a 166 milioni di euro, in miglioramento di 137 milioni di euro rispetto al primo trimestre dello scorso anno, e la liquidità disponibile rimane solida a 3,4 miliardi di euro - ha aggiunto - Nell'affrontare il secondo trimestre, per il quale prevediamo i maggiori impatti per l’intero anno derivanti dalla carenza di componenti, continueremo a mantenere un forte controllo sul capitale di funzionamento e sul flusso di cassa".

La società ha fornito le prospettive finanziarie preliminari per il 2022: EBIT adjusted consolidato tra 350 milioni di euro e 370 milioni di euro; ricavi netti delle Attività Industriali da stabili a in aumento del 3% rispetto all'anno 2021; spese generali, amministrative e di vendita delle Attività Industriali inferiori al 6,5% dei ricavi netti; liquidità netta delle Attività Industriali leggermente in aumento rispetto al 31 dicembre 2021.

La società afferma di aspettarsi che "la catena logistico-produttiva continui a rappresentare la sfida principale dell'anno, considerando sia gli aumenti del prezzo delle materie prime sia la disponibilità di componenti, con il secondo trimestre che sarà il trimestre più colpito".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.