Facebook Pixel
Venerdì 19 Agosto 2022, ore 17.24
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Agatos, CdA approva risultati 2021 e nuovo Piano 2022-2026

Finanza ·
(Teleborsa) - Il Consiglio di Amministrazione di Agatos ha approvato il bilancio consolidato 2021 ed il Piano Industriale 2022-2026 della holding e della società operativa Agatos Energia.



I risultati del 2021 del gruppo hanno risentito principalmente di eventi straordinari, quali gli extra costi sulla commessa Marcallo, ed eventi non ricorrenti, come la svalutazione relativa alla cessione del comparto minieolico. Il risultato netto di competenza del gruppo quindi risulta pari a -13,2 milioni di euro, in peggioramento rispetto al rosso del 2020 (-3,8 milioni) e comprende le perdite straordinarie ed una tantum citate.

Il valore della produzione è stato pari a 15,1 milioni rispetto ai 3,2011 milioni del 2020, principalmente grazie all’importante lavoro fatto come EPC contractor sul progetto a biometano di Marcallo ed in parte grazie al lavoro svolto come general contractor sui cantieri “bonus facciate” e “superbonus”. La differenza con le stime di Piano 2021 (valore della produzione stimato a 12,5 milioni) è principalmente riconducibile al maggior avanzamento della commessa di Marcallo e dei cantieri. L'EBITDA è aumentato a 220 migliaia di euro rispetto a -734 migliaia dell’esercizio precedente, mentre l'EBIT ammonta a -6,9 milioni rispetto a -2,95 milioni del 2020..

L’indebitamento finanziario netto (PFN) è diminuito a 10,561 milioni rispetto ai 12,634 milioni al 30 giugno 2021, principalmente per effetto del deconsolidamento del “project financing” relativo al comparto minieolico a seguito della cessione della partecipazione detenuta in GEA Energy Srl avvenuta in data 20 settembre 2021.

Il nuovo Piano 2022-26 fattorizza la performance del gruppo negli ultimi 12 mesi e riflette l’accresciuto potenziale di crescita dei tre segmenti del mercato della transizione energetica nei quali essa opera. In particolare, il Piano fornisce più spazio alla crescita nelle business line di maggior valore legate alla transizione energetica (fotovoltaico ed efficienza energetica) e ridimensiona l’esposizione dell’azienda all’attività di EPC (business line Biometano) alla luce del fabbisogno finanziario per commesse di crescente complessità e anche in vista di un periodo più lungo di risistemazione delle catene di fornitura di vari materiali, commodities e attrezzature a livello europeo e mondiale.

Nell’arco di Piano 2022-26 è prevista una crescita degli investimenti a circa 4,6 milioni di euro, rispetto ad investimenti complessivi pari a 3,5 milioni previsti nel piano precedente.

Il budget 2022 prevede il raggiungimento di un valore della produzione sostanzialmente in linea con quello registrato nel 2021 e un EBITDA sostanzialmente in pareggio grazie in parte alla coda di realizzazione della commessa Marcallo e dei cantieri bonus facciate e, in parte all’esecuzione dei cantieri superbonus.


Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.