Facebook Pixel
Giovedì 2 Febbraio 2023, ore 02.51
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Aeffe, ricavi 9 mesi in crescita del 10,8% grazie a traino Stati Uniti

Finanza ·
(Teleborsa) - Aeffe, società del lusso che opera sia nel settore del pret-a-porter sia nel settore delle calzature e pelletteria, ha conseguito nei primi nove mesi del 2022 ricavi per 277,1 milioni di euro, rispetto a 250 milioni di euro del 2021 (+10,8% a tassi di cambio correnti, +10% a tassi di cambio costanti). In un contesto di crescita generalizzata in tutte le aree geografiche (ad eccezione del Far East) e in particolare nel canale Retail, il gruppo ha registrato una forte accelerazione in particolare negli Stati Uniti (+22,3%).

L'EBITDA è stato pari a 37 milioni di euro, rispetto a 36 milioni dei primi nove mesi del 2021. La situazione contingente in Cina legata al perdurare delle dinamiche sanitarie ha influito sulle vendite nell'area con conseguente penalizzazione dell'EBITDA, a seguito dei costi sostenuti per la riorganizzazione della distribuzione locale. L'utile netto è stato pari a 4,7 milioni di euro rispetto a 23,2 milioni dei primi nove mesi del 2021 (di cui 15 milioni rivenienti da partite straordinarie).



"Nonostante il difficile contesto congiunturale, il gruppo ha registrato una progressione a doppia cifra dei ricavi, sia nel segmento pret-à-porter sia nelle calzature e pelletteria, con un andamento positivo di tutti i brand nella maggior parte dei mercati - ha commentato Massimo Ferretti, Presidente Esecutivo - Il gruppo sta operando in maniera pronta e determinata, implementando una serie di iniziative, tra cui un piano di significativi investimenti per il rinnovamento strategico di Moschino in termini di posizionamento del brand e di riorganizzazione sul fronte retail in Cina, in attesa di un allentamento delle attuali restrizioni e con aspettative di benefici anche in termini di redditività già nel 2023".

L'Indebitamento finanziario netto è pari a 220,3 milioni di euro, in aumento rispetto all'indebitamento di 140,3 milioni a fine settembre 2021. L'indebitamento finanziario al 30 settembre 2022, al netto dell’effetto IFRS 16, è pari a 134,4 milioni di euro (61,3 milioni al 30settembre 2021).
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.